Cerca

L'intercettazione

Jihadi John, il padre al telefono: "Vaffa..., devi morire in Siria. Un cane, un animale"

Jihadi John, il padre al telefono: "Vaffa..., devi morire in Siria. Un cane, un animale"

"Un cane, un animale, un terrorista". Così Jaseem Emwazi, padre di Mohammed, alias Jihadi John, parla del figlio al telefono con un collega. L'uomo racconta che il giovane, nel 2013, prima di varcare il confine con la Siria e diventare il boia dello Stato Islamico, chiamò dalla Turchia per invocare la benedizione e il perdono dei genitori. "Vaff..... Spero tu muoia prima di arrivare in Siria", la risposta del padre. A rivelare il contenuto della telefonata tra il 51enne Jaseem Emwazi, che oggi lavora come commesso in un supermercato in Kuwait, e il collega Abu Meshaal, è il
Telegraph.

"Una catastrofe" - Jassem Emwazi era in lacrime durante la telefonata nella quale ieri spiegava i motivi della sua assenza dal lavoro, spiega Meshaal al quotidiano britannico. Troppi la vergogna e lo sconcerto per aver scoperto la verità sul figlio, ripreso nei video dello Stato islamico, nei quali vengono decapitati sette ostaggi britannici, statunitensi e giapponesi. Una "catastrofe" per la famiglia, dice. Il padre di Jihadi John è stato interrogato domenica dalle autorità kuwaitiane. Altri amici e colleghi dell’uomo riferiscono delle sue preoccupazioni per la svolta jihadista intrapresa dal figlio ben prima che venisse svelata la sua vera identità. I suoi datori di lavoro non lo ritengono responsabile per le azioni di Jihadi John e gli hanno detto che può riprendere il suo posto in qualsiasi momento. La moglie Ghania, scrive il Telegraph, vive invece a Londra, la città nella quale è cresciuto e si è radicalizzato il figlio Mohammed.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Joachim

    06 Marzo 2015 - 11:11

    Perchè accanirsi contro questo uomo.....dover vivere con questa verità...è la cosa più sconcertante che mai possa capitare.....un figlio assassino e boia chi selo augurerebbe mai..

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    04 Marzo 2015 - 14:02

    Maledirlo adesso non serve. Avrebbe dovuto soffocarlo nella culla

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    04 Marzo 2015 - 13:01

    Io non credo al padre

    Report

    Rispondi

  • cabass

    04 Marzo 2015 - 10:10

    Bugiardo come un buon levantino! Ora dice così perché ha la strizza di perdere il lavoro e di faticare a trovarne un altro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog