Cerca

Mazzate educative

Francia condannata dal Consiglio d'Europa: "I bambini non si sculacciano"

Francia condannata dal Consiglio d'Europa: "I bambini non si sculacciano"

Nel 2015 nessuno ha ancora stabilito in modo univoco qual è il modo giusto per educare i bambini. Fare il genitore è uno dei mestieri più complicati che esistano, sbagliare non è difficile, ma qualche limite è riconosciuto anche dalla legge, come accade in diversi paesi europei dove la sculacciata è vietata perché intesa come punizione corporale. Nell'Unione europea c'è chi invece non si è voluto allineare al divieto di sculacciata, guadagnandosi gli strali del puntiglioso Consiglio d'Europa. È il caso della Francia che è stata "simbolicamente condannata" perché non ha una legge che vieta in modo: "Sufficientemente chiaro, vincolante e preciso sulle pene corporali" scrivono dall'Ue, tra cui schiaffi e sculacciate, violando l'articolo 17 della Carta europea dei diritti sociali. Neanche a dirlo, ma nel gruppetto della sculacciata free c'è anche l'Italia.

Vietato sculacciare i figli: siete d'accordo?
Vota il sondaggio di Liberoquotidiano.it

Gesto da vietare - In Italia, nel 2012, secondo Save the Children, per un quarto dei genitori lo schiaffo era un gesto educativo. Ovviamente le cose nei decenni sono cambiate: non sarebbe pensabile l'uso della bacchetta a scuola, e se un prof desse un colpo sulla nuca di uno studente, oggi, potrebbe essere anche perseguibile. Gilles Lazimi, coordinatore della campagna francese contro le violenze educative definisce non difendibile uno schiaffo dato ad un bambino in un paese in cui colpire un animale è proibito. Non solo, le ricerche scientifiche dimostrano che i ragazzi che da piccoli sono cresciuti con le maniere forti, da grandi hanno avuto problemi di aggressività.

Lo dice anche il Papa - Ovviamente l'American Academy of Pediatrics ricorda che lo scapaccione dato dal genitore in un momento di esasperazione non può essere motivo di flagello, soprattutto se inserito in un ambiente di abituale serenità e dialogo. Come raccontò anche Papa Francesco: "A un'incontro con delle coppie di genitori ho sentito un papà dire: 'Alcune volte devo picchiare un po' i figli, ma non li picchio mai in faccia, per non avvilirli'", niente schiaffi per il Papa quindi ma una sonora sculacciata sì, ma botte in faccia comunque, una scelta che per il Papa: "È un gesto pieno di dignità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aio_puer

    11 Marzo 2015 - 09:09

    Quando il sultano con i suoi sgherri entrò nel parlamento di Bruxelles, i delegati stavano discutendo su una proposta di legge che vietasse gli insetticidi e gli acchiappamosche.

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    05 Marzo 2015 - 09:09

    MA VALE PER TUTTI?o come sempre vale solo per i cittadini europei,non per gli immigrati che hanno altri usi e costumi?frustare un bambino in piazza...va bene, uccidere una figlia e sotterrarla in giardino,obbligarli a sposarsi con qualcuno deciso dalla famiglia,richiudere in casa donne e bambine,ecc per loro e` tutto ok.Per noi NO Bravi!

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    05 Marzo 2015 - 09:09

    L'Europa ha rotto i coglioni! L'Europa non esiste! L'Europa mantenesse la mia famiglia per poi comandare sui miei famigliari. L'Europa è peggio dell'ISIS! A morte l'Europa! Usciamo subito da questo inferno che ci porta alla rovina totale. Cosa fa l'Europa per noi Italiani oltre a rimepirci il paese di clandestini che sono la feccia assiene agli zingari dell'umanità?

    Report

    Rispondi

  • frateindovino

    04 Marzo 2015 - 20:08

    è per questo che "l'europa" ci resta sulle pa..e, naturalmente c'è anche da dire che ce la mette tutta perchè sempre più la si debba percepire come un corpo estraneo....accidenti a quel giorno.... e a chi ha contribuito a questo obbrobrio....mettendolo in c..o agli italiani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog