Cerca

Terrorismo islamico

Usa, arrestato simpatizzante dell'Isis: "Se non mi avessero fermato avrei ucciso Obama"

Usa, arrestato simpatizzante dell'Isis: "Se non mi avessero fermato avrei ucciso Obama"

Se non fosse stato arrestato avrebbe sparato al presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Lo ha rivelato lo stesso Christopher Lee Cornell, il 20enne di Cincinnati arrestato per terrorismo lo scorso 14 gennaio con l’accusa di avere pianificato un attacco al Campidoglio a Washington. In una intervista telefonica mandata in onda venerdì sera negli Usa da FOX 19 WXIX-TV, il giovane, in un carcere del Kentucky, ha detto che se non fosse stato fermato avrebbe puntato una delle sue pistole alla testa di Obama e avrebbe premuto il grilletto, poi avrebbe attaccato il Campidoglio, l’ambasciata israeliana e diversi altri edifici.

Ordini dalla Siria - Cornell, che ha detto di essere musulmano e simpatizzante dello Stato Islamico, ha motivato la sua intenzione di compiere gli attacchi come vendetta per "la continua aggressione degli americani contro il nostro popolo e con il fatto che in America", e "soprattutto contro il presidente Obama che vuole dichiarare guerra allo Stato islamico". "Ho ricevuto ordini dai fratelli oltreoceano perché io sto con lo Stato islamico. I miei fratelli lì, in Siria e Iraq, mi hanno dato ordini specifici di compiere la jihad in Occidente, e così ho fatto", ha detto ancora Cornell. Il giovane è stato arrestato fuori da un negozio di armi il 14 gennaio dopo avere comprato armi da fuoco e 600 munizioni. Pare che avesse cercato online istruzioni per costruire tubi bomba e avesse discusso con un informatore dell’Fbi del suo piano per attaccare il Campidoglio proprio con tubi bomba, oltre che del piano di sparare contro rappresentanti del governo. Cornell è stato incriminato per tentato omicidio di funzionari del governo, possesso di armi da fuoco e incitamento a commettere crimini, capi d’accusa che prevedono sentenze fino a 20 anni di carcere ciascuno in caso di condanna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gios78

    30 Marzo 2015 - 18:06

    É strano. Non si era mai visto un presidente Usa più filo islamico di Obama...ha perfino litigato con Israele pur di difendere i suoi amiconi col turbante e il Kalashnikov..perché ucciderlo? Per spingere gli americani a votare un crociato nazista? Mah...

    Report

    Rispondi

blog