Cerca

Il figaccione

Grecia, Alexis Tsipras invidioso del suo ministro Yanis Varoufakis

Grecia, Alexis Tsipras invidioso del suo ministro Yanis Varoufakis

Il ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis piace da impazzire alle donne, spopola sul web nei panni di Spock, Hulck e Terminator, i media fanno a botte per avere un pezzo del suo verbo o più semplicemente per piazzarlo su una sedia e offrirlo in pasto alle fan. Gli unici a cui sta sempre più sulle scatole sono gli uomini, in testa il suo premier Alexis Tsipras, passato da essere il simbolo del riscatto contro la Troika a coprotagonista, se non addirittura comparsa, nel teatrino mediatico europeo.

Rosicone - L'umana invidia di Tsipras non è solo congettura del gossip politico. Che Yanis si stia allargando un po' troppo glielo hanno fatto notare i compagni di I Avgi, quotidiano della sinistra radicale greca che lo ha preso il colletto: "Yanis, non strafare. L'economia deve far quadrare i conti, ma anche risparmiare le parole". E se il monito della stampa "amica" (Yanis è indipendente, ma comunque nel governo di Syriza) non bastasse, ci ha pensato lo stesso Alexis in un'intervista al settimanale tedesco Der Spiegel a ricordare chi è la primadonna dello show, in un goffo tentativo di negare le polemiche: "Ho chiesto meno annunci e più azione a tutti gli esponenti del governo, non solo a Varoufakis".

La strategia - C'è chi invece sostiene che il giochetto dei due bellocci, stando alle recensioni entusiaste del pubblico femminile, sia tutta una pantomima per tenere accesi i riflettori sulla questione greca. A Bruxelles Tsipras non è sempre presente nella delegazione greca, Yanis non manca mai, ma lo segue come un'ombra il vice di Alexis, Yannis Dragasakis. In questo scenario i greci si prendono anche il lusso durante i vertici Ue di sfottere tedeschi e nordeuropei, Varoufakis ha rispolverato la parola Troika nei suoi interventi, e ogni volta che succede scoppia una vena in fronte al collega di Berlino Wolfgang Schauble, che minaccia di mandargliela a casa, la Troika. E intanto il tempo stringe e il terzo salvataggio previsto per Atene non poggia ancora su basi solide.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lucas1963

    11 Marzo 2015 - 23:11

    Questi due idioti non salveranno mai la "Magna Grecia"

    Report

    Rispondi

  • allianz

    10 Marzo 2015 - 17:05

    Venditori di pentole di pessima professionalità apprendisti malnutriti....Il piazzista fiorentino con questi quaquaraqua' può dormire sonni tranquilli."Manderemo in Germania gli immigrati se non accetterete le nostre condizioni"...Ciabattanti privi di esperienza e dignità.Imbecilli.Certe cose non si dicono ne si minacciano.SI FANNO E BASTA.

    Report

    Rispondi

blog