Cerca

Incertezza totale

Strage di Tunisi, il giallo: ma quanti sono i morti italiani?

Strage di Tunisi, il giallo: ma quanti sono i morti italiani?

A distanza di quasi 24 ore dalla strage di Tunisi resta il mistero sulle vittime italiane. Pare incredibile, ma questo è quanto. “È possibile che le vittime italiane alla fine saranno effettivamente quattro, ma l'identificazione la faremo quando avremo conferme ufficiali”, ha spiegato in mattinata il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, ospite di Agorà su RaiTre. Poi però c'è la versione di Piero Fassino, il sindaco di Torino, secondo il quale "i morti accertati sono tre, due i dispersi". Quindi la versione del premier tunisino, Habib Essid, che parla di "quattro vittime italiane" e "17 i turisti morti e identificati". E ancora, il premier tunisino ha aggiunto che "sono 13 i turisti italiani feriti, tra cui uno grave". Numeri ballerini, insomma. E a tutto ciò si aggiunge la versione della Farnesina, che invita alla prudenza e parla di "due vittime accertate".

I nomi - Di sicuro, insomma, ad ora c'è solo il fatto che le vittime italiane siano due: Francesco Caldara, 64 anni, pensionato di Novara, e Orazio Conte, torinese, marito di Carolina Bottari, impiegata dal Comune di Torino e rimasta ferita nell'attacco. Ci sono poi due italiani che vengono definiti "dispersi". Tra loro potrebbero esserci Antonella Sestino, altra dipendente dl comune di Torino, e Giuseppina Biella, 70 anni, originaria di Meda, nei pressi di Monza. Di loro, nessuna traccia. Forse è per questo che secondo il premier tunisini possono essere considerate le due vittime italiane che mancano al macabro conteggio della Farnesina. Fonti locali, al contrario, spiegano che la speranza sia quella di rintracciare i dispersi negli ospedali della capitale Tunisi, che hanno accolto i molti feriti della strage. Feriti che potrebbero essere molti di più rispetto a quelli "ufficiali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sempre-CDX

    19 Marzo 2015 - 15:03

    dispersi ? spero di cuore non siano stati rapiti. Altrimenti fate pagare il riscatto con le tasche del presente governo.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    19 Marzo 2015 - 13:01

    La confusione, la superficialità, il pressapochismo (horribile dictu), la disorganizzazione, e si potrebbe continuare, che caratterizzano le nostre Autorità (?). Non si sa quanti siano i nostri concittadini morti, in una città dove c'è un'Ambasciata ed un Ambasciatore super-pagato, funzionari etc. Quanto a Fassino, solo uno stupido poteva dire che ci sono due "dispersi": dispersi dove, nel Sahara?

    Report

    Rispondi

blog