Cerca

Dito puntato

Strage di Tunisi, l'accusa alla Costa Crociere: "I turisti non dovevano essere al Bardo"

Strage di Tunisi, l'accusa alla Costa Crociere: "I turisti non dovevano essere al Bardo"

Il giorno dopo la strage di Tunisi, quando ancora il quadro di morti e dispersi italiani non è chiaro, si fanno sentire le voci dei famigliari delle vittime. Dolore. E Rabbia. A puntare il dito è il marito di Antonella Sesino, che risulta ancora dispersa: "Mia moglie non doveva essere lì", ha affermato Lorenzo Barbero. L'accusa è rivolta alla Costa Crociere: la signora, infatti, era appena sbarcata dalla Costa Fascinosa attraccata al porto di Tunisi. "Noi turisti possiamo anche non sapere - prosegue Barbero -, ma chi organizza questi viaggi deve essere informato. Come si fa ad andare a Tunisi il giorno in cui il Parlamento approva una legge sul terrorismo?". La Sesino è una delle dipendenti del Comune di Torino partita in crociera con gli amici. Quasi 24 ore dopo l'attentato, di lei, ancora non si sa nulla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dixi64

    20 Marzo 2015 - 22:10

    Lasciamo nel cassetto i viaggi da quelle parti. Ci sono luoghi un pó meno agitati per farsi vacanza.

    Report

    Rispondi

  • ulanbator10

    20 Marzo 2015 - 20:08

    Perché il marito non si chiede invece : come si fa a scegliere una crociera che tocca Paesi Arabi e pure scegliere di sbarcare ? Non è un obbligo scendere dalla nave.

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    20 Marzo 2015 - 15:03

    Ridicolaggini! Forse non dovevano scendere i passeggeri dalla nave.

    Report

    Rispondi

  • angelomaggioni71

    20 Marzo 2015 - 12:12

    dunque se l'ISIS taglia le gole e brucia nelle gabbie i prigionieri è colpa di Costa Crociere? ma non fate i ridicoli , comprensibile il dolore per il lutto ma qui si rasenta la follia umana, ma davvero il sig. Lorenzo crede che non faranno attentati anche in Italia? a chi darà la colpa ? posso solo comprendere le sue farneticazioni per il lutto e il dolore altrimenti è ridicolo....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog