Cerca

Kamikaze a Sanaa

L'Isis contro due moschee in Yemen: 120 morti

L'Isis contro due moschee in Yemen: 120 morti

Non solo chiese in Iraq e Siria. Non solo turisti occidentali. I jihadisti dell'Isis fanno strage anche di fedeli musulmani. Oggi a Sanaa, capitale dello Yemen, hanno attaccato due moschee, affollate per la preghiera del venerdì.  Una carneficina: secondo fonti delle autorità locali, citate dal corrispondente della Cnn, il numero delle vittime è arrivato ad almeno 120. Circa 300 i feriti. Le moschee del centro della città sono frequentate dai sostenitori del gruppo sciita che domina lo Yemen. La televisione Al Jazeera ha riferito che "gli attentati dinamitardi sarebbero stati compiuti da un gruppo di kamikaze che si sono fatti saltare in aria". Nel paese si sta consumando una guerra civile tra il Nord, che comprende Sanaa, controllato degli Houthi, appoggiati da Teheran, e il Sud, dove si è insediato il presidente Abd-Rabbu Mansour Hadi, riconosciuto dalle Nazioni Unite con il sostegno dei paesi del Golfo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sempre-CDX

    20 Marzo 2015 - 17:05

    Adesso si ammazzano anche fra di loro..........fra musulmani ...... e ancora esistono musulmani "normali" che non vogliono la guerra o cooperare contro queste bestie ?

    Report

    Rispondi

    • spadino65

      20 Marzo 2015 - 18:06

      te ne sei accorto ora che non è cosi semplice, non è roba da ronde padane, facile urlare meno risolvere

      Report

      Rispondi

blog