Cerca

Premier nababbi

La classifica dei leader più pagati del mondo: primo il premier di Singapore, poi Obama. Renzi e Mattarella tra i 10

La classifica dei leader più pagati del mondo: primo il premier di Singapore, poi Obama. Renzi e Mattarella tra i 10

Alla faccia della crisi, l'Italia ha due dei leader più pagati del mondo. Peccato che uno dei due abbia ufficialmente un ruolo di rappresentanza e garanzia, senza poteri effettivi di governo. E' uno dei dati che balza all'occhio scorrendo la classifica stilata dall'Economist, che ha messo in fila i politici in base al loro stipendio. A guidare è il nababbo Lee Hsien Loong, che per essere premier di Singapore guadagna la bellezza di 1,6 milioni di euro. Ai cittadini della ricchissima (e costosissima) metropoli-Stato dell'Estremo Oriente va meglio adesso: fino al 2012, prima di tagliarsi la paga a furor di popolo, il 63enne Loong riceveva 2,7 milioni.

Barack, poi il Canada - Sul podio, al secondo posto, c'è il "leader del mondo", ossia il presidente americano Barack Obama, staccatissimo: guadagna 400mila dollari (371mila euro, da tassare), il suo vice Joe Biden si ferma a 233mila. A quei soldi, però, Obama può aggiungere un conto-spese da 50mila dollari. Al terzo posto c'è una sorpresa: è il primo ministro canadese Stephen Harper con 260mila dollari (241mila euro).

La Merkel (e Mattarella) - Al quarto, almeno ufficialmente, c'è la Cancelliera tedesca Angela Merkel con 216mila euro, anche grazie all'aumento del 2,2% (anche per i ministri) stabilito lo scorso marzo. In realtà, il quarto politico più pagato del globo è il presidente italiano Sergio Mattarella, la cui indennità è di 239.810 euro lordi. C'è da dire che salendo al Quirinale Mattarella si è visto tagliare nettamente lo stipendio percepito da giudice della Corte Costituzionale, che era di 400mila euro. Scherzi della burocrazia italiana. 

Putin taglia (per un po') - Al quinto posto c'è il primo africano, il presidente sudafricano Jacob Zuma con 207mila euro (223.500 dollari annui), seguito dal premier britannico David Cameron con 201mila euro (il suo predecessore Gordon Brown ne guadagnava 268mila) frutto anche dei 90mila euro e rotti percepiti in quanto parlamentare. Il suo collega giapponese Shinzo Abe, 60 anni, viaggia a quota 188mila euro (nel 2006, prima della crisi, il suo stipendio era di 270mila), il francese François Hollande a 182mila euro (nel 2012 era del 30% in più, circa 255mila euro). Anche il presidente russo Vladimir Putin se l'è tagliato del 10%, come quelli di tutti gli altri dipendenti dell'amministrazione presidenziale, e per tutto il 2015 percepirà 127mila euro prima di tornare a pieno regime. 

Renzi meglio della Cina - Al decimo posto ecco l'altro italiano, il premier Matteo Renzi. Arrivato a Palazzo Chigi, l'ex sindaco di Firenze percepisce 114mila euro lordi, meno di quanto gli faceva guadagnare Palazzo Vecchio, 145.272 euro. E la Cina? L'altro colosso mondiale si muove su binari capitalistici all'estero ma in patria preferisce ancora seguire i dettami sobri e rigorosi del comunismo ortodosso: al presidente Xi Jinping vanno la "miseria" di 20.590 euro, sempre meglio dei circa 12mila guadagnati prima di aumentarsi lo stipendio del 62% a inizio anno. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    21 Marzo 2015 - 10:10

    Comunque la si veda, in Italia o all'estero, soldi buttati!

    Report

    Rispondi

  • Oskar2

    21 Marzo 2015 - 09:09

    Ma perchè i giornalisti di LIBERO non vengono mai a Bolzano per fare una inchiesta sugli emolumenti dei politici Altoatesini?Il Governatore guadagna più di Obama e della Merkel e così il suo vice.Gli Italiani,ormai hanno le pezze al culo,ma questi continuano a prendersi stipendi dorati.

    Report

    Rispondi

  • Joachim

    21 Marzo 2015 - 08:08

    Si ma il numero di politici è esorbitante ne basterebbero solo 80 in funzione della popolazione. Il punto non è neppure lo stipendio ma i benefici indiretti e occulti, vedi vitalizi ecc.... le a.m con ilnumero dei poltici che non servono e gli stipendi di s/deco/militari/finanza, magistrati e regioni un vero bagno di sangue per l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • routier

    21 Marzo 2015 - 08:08

    Crederò nei politici, nei magistrati e nei calciatori quando percepiranno lo stipendio di un metalmeccanico.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog