Cerca

Amministrative

Elezioni in Francia, exit poll: Sarkozy davanti alla Le Pen

Elezioni in Francia, exit poll: Sarkozy davanti alla Le Pen

Il partito dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy si è aggiudicato il primo turno delle elezioni dipartimentali in Francia con il 29,2%. È quanto emerge dai primi exit poll da cui si registra un calo di Hollande al 21,4%. Dietrol’Ump si colloca direttamente il FN di Le Pen con il 26,3%. Deludente il risultato di Marine Le Pen - second il sondaggio Isop - che sperava di essere il primo partito di Francia per rinsaldare le sue speranze alle presidenziali del 2017. Ancora più favorevole per Sarkozy il sondaggio di Csa xche ha dato al’Ump il 31%. Il secondo turno delle elezioni dipartimentali si terrà il 29 marzo.

Il voto di oggi in Francia "mostra la profonda aspirazione dei francesi a un cambiamento chiaro". Sono queste le prime parole dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy all’uscita dei primi exit poll sui risultati delle elezioni dipartimentali in Francia. Per quanto riguarda gli elettori di Fn Sarkozy ha affermato: "Capiamo la loro esasperazione ma questo partito non darà loro risposta. Confermo che non ci sarà alcun accordo con Fn".

Il premier socialista Manuel Valls ha spiegato che "oggi un elettore su due è andato a votare, più del previsto e me ne rallegro. Come mi rallegro del fatto che l’estrema destra non è la prima formazione politica di Francia». Valls ha anche invitato per il secondo turno "al raccoglimento e alla mobilitazione dei voti. Invito tutti i repubblicani a fare muro contro l’estrema
destra". A caldo la replica della numero uno del FN, Marine Le Pen, per la quale "Valls dovrebbe consegnare le sue dimissioni al presidente della Repubblica. Il Ps è stato evacuato da circa 1000 cantoni. Il voto nazionalista è la chiave per sbarazzarsi dei socialisti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albinoalbanofree

    23 Marzo 2015 - 21:09

    I populismi non portano da nessuna parte. La Francia docet anche dal punto di vista storico quando durante la Rivoluzione francese s'instaurò il periodo del Terrore. Poi Robespierre fu giustiziato. Fu u regime sanguinario e populista. Non sarebbe ovviamente così con Marine Le Pen ma il voto è un chiarosegnale che l'estrema destra può solo raccogliere voti di protesta. E già l'onda lunga s'arrete.

    Report

    Rispondi

  • emilb

    23 Marzo 2015 - 16:04

    Ma a boccino fermo non mi pare che il discrso sia proprio cosi'.....ha vinto la destra frncese....gli altri partiti raccolgono il voto degli islamici e quindi, dato il momento, rappresentano per la Francia solo una vergogna....forse democratica ma sempre di vergogna si tratta.....emil-b

    Report

    Rispondi

  • er sola

    23 Marzo 2015 - 13:01

    Ma i francesi sono a conoscenza che gran parte degli ultimi casini nel mondo sono stati causati da quel nasone cornuto. Vuole di nuovo correre per l' Eliseo per combinare ancora guai e per la bramosia di protagonismo della premier tegam.

    Report

    Rispondi

  • TOCAI

    23 Marzo 2015 - 13:01

    Sarkozy era in una coalizione, mentre la Le Pen correva da sola. I morti si contano alla fine della guerra. Alle future prossime presidenziali francesi il voto piegherà a destra sicuramente. Dopo quella carneficina che è successa, i francesi vogliono sicurezza, onestà e legalità, che gli altri partiti non hanno. E così pure speriamo in Italia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog