Cerca

Far West

Pena di morte, lo Utah ripristina la fucilazione

Pena di morte, lo Utah ripristina la fucilazione

E' una storia da Far West, quello degli indiani e delle giubbe blu, quella che arriva dallo stato americano dello Utah, dove il governatore Gary Herbert ha firmato la legge che consente l'impiego del plotone di esecuzione per la pena capitale. Un metodo che viene reintrodotto come alternativa all'iniezione letale, quando quest'ultima non possa essere eseguita - come accaduto spesso di recente negli Usa - per mancanza dei medicinali. Lo Utah diventa così il primo Stato ad aver ripristinato la fucilazione negli Usa.

Lo Stato, che ha attualmente otto uomini nei bracci della morte dei suoi penitenziari, aveva abbandonato il metodo oltre un decennio fa e non ha al momento a disposizione le sostanze chimiche che servono per l'iniezione letale e l'ultima volta che ne ha somministrata una è stato nel 1999.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • etano

    25 Marzo 2015 - 11:11

    In Cina, Corea del Nord, Myanmar i colpevoli di reati d'opinione sono giustiziati con un colpo alla nuca da parte di un solo esecutore. Nel paesi islamici per reati di natura religiosa e d'opinione i presunti colpevoli vengono sgozzati oppure impiccati. In alcuni Stati Usa è condannato a morte chi è ritenuto colpevole di omicidio volontario premeditato e in Italia?

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    24 Marzo 2015 - 16:04

    ..speriamo sia vero!

    Report

    Rispondi

blog