Cerca

Registratore di volo

Airbus Germanwings, iniziato l'ascolto della scatola nera

"Abbiamo estratto un file di dati audio, sappiamo che si tratta di un file che riusciremo ad utilizzare. Ma è presto per trarre la minima conclusione». Lo ha dichiarato, a proposito della prima scatola nera ritrovata sul luogo dello schianto del volo Germanwings in Alta Provenza, il direttore dell’agenzia governativa francese Bureau d’enquêtes et d’analyses pour la sécurité de l’aviation civile (Bea), Rémi Jouty. Ha aggiunto che «i lavori di lettura del modulo di memoria sono proseguiti per tutto il giorno", dopo che le operazioni sulla scatola nera «sono iniziate questa mattina alle 9.45». Jouty ha spiegato che «ci sono voci e suoni utilizzabili, ma essi non sono ancora stati ben compresi e del tuttostudiati. È un punto di partenza su cui si lavorerà per capire la dinamica dei fatti e la concatenazione degli eventi". Jouty, che ha precisato che la seconda scatola nera non è ancora stata ritrovata 8a smentire le voci secondo cui i chip in essa contenuti erani irrimediabilmente compromessi), alla domanda di un giornalista ha risposto con una frase che aumenta l'incertezza su cosa sia successo nella cabina dell'A320 della Germanwings: "Dalla registrazione abbiamo udito delle voci ma non siamo in grado di dire se siano dei piloti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • soter66

    25 Marzo 2015 - 23:11

    In quel volo c'erano dei ,turchi....musulmani,qualcuno potrebbe essersi impadronito dell'aereo e fattolòo schiantare.Perchè tre capi di stato sul posto,mai acccaduto prima.

    Report

    Rispondi

blog