Cerca

Schianto aereo

Conferenza stampa di Lufthansa: le dichiarazioni

Conferenza stampa di Lufthansa: le dichiarazioni

Dopo la conferenza della Procura che ha accertato che il copilota Andreas Lubitz  aveva l'intenzione di schiantarsi, la conferenza stampa di Lufhansa. Carsten Spohr, capo della compagnia aerea, ha lasciato alcune importanti dichiarazioni. Ha precisato più volte che Andreas Lubitz, il copilota 28 enne, abbia superato tutti i test rigidi della Lufhansa. Ha anche affermato che sei anni fa il training del pilota era stato interrotto, per motivi che non sono stati esposti, durante i quali Andreas ha fatto l'assistente di volo. Dopo dopo questo mesi, Andreas ha ripreso la formazione, dopo aver effettuato nuovamente i test necessari,  per poi approdare in Germanwings nel 2013.  Altro punto importante è stato il fatto che il copilota si trovasse solo nel Cockpit. Lufthansa e Germanwings, come per altro tutte le compagnie, ha dei criteri rigidi per quanto riguarda la presenza di entrambi i piloti nel cokpit: è possibile per il pilota lasciare da solo il copilota in condizioni di carico di lavoro limitato, cosa che, a quanto hanno affermato, era la situazione del velivolo. Inoltre i vertici Lufhansa hanno incontrato i parenti delle vittime, li hanno informati della causa dello schianto prima che lo venissero a sapere dai media, le reazioni sono state drammatiche, come possiamo immaginare. Attualmente l'ipotesi di un atto terroristico non è presa in considerazione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marari

    26 Marzo 2015 - 16:04

    Chi fa il Kamikaze non è necessariamente fuori di testa, può farlo per un credo che non si comprende e giustifica, ma che, per colui che lo professa, ha un valore insuperabile. Di questo copilota si scopriranno cose inquietanti, purtroppo.

    Report

    Rispondi

blog