Cerca

Imbarazzi

Jean-Marie Le Pen: "Le camere a gas naziste? Un dettaglio". Marine prende le distanze

Jean-Marie Le Pen: "Le camere a gas naziste? Un dettaglio". Marine prende le distanze

Jean-Marie Le Pen, presidente onorario del Front National, è tornato ad affermare - intervenendo su BFM-TV e RMC - che le camere a gas sono state "un dettaglio della storia". Le Pen era già stato condannato dalla Corte di appello di Versailles nel 1991 a pagare 1,2 milioni di franchi a 11 associazioni che avevano sporto denuncia a seguito di un’intervista del 1987 a
Grand-Jury RTL-Le Monde: "Non dico che le camere a gas non siano esistite - aveva detto allora - Io non ho potuto vederle di persona. Non ho studiato in particolare la questione. Ma credo si tratti di un punto di dettaglio nella storia della seconda guerra mondiale".

L'imbarazzo di Marine - Le parole di Jean-Marie Le Pen hanno messo in grande imbarazzo la figlia, europarlamentare e candidata presidente della Francia. Parlando con Le Figaro, Marine Le Pen ha tenuto a manifestare il proprio "profondo disaccordo" rispetto alla forma, rispetto alla sostanza delle parole pronunciate dal padre. "Lo dice lui stesso. È la costruzione artificiosa di una polemica e siamo in presenza di una strategia dichiarata. Crede che la polemica sia positiva per il movimento. Naturalmente, sono profondamente in disaccordo con questo. L’ho detto e ridetto tante volte".

Distanze - Visibilmente delusa, scrive Le Figaro, Marine Le Pen confida peraltro di aver "rinunciato all’idea" di cercare di comprendere le motivazioni di Jean-Marie Le Pen e lascia intendere che potrebbe esserci la volontà da parte del fondatore del partito di metterla in una posizione delicata, anche se lei dice di non comprenderne i motivi. "Siamo in profondo disaccordo. Ne ho preso atto e voglio credere che quelli che si uniscono a noi, quelli che votano per noi, abbiano capito". Jean-Marie Le Pen invece, guidato dalla sua teoria del "dico quel che mi pare", non "prende atto di nulla" e porta avanti una strategia personale basata sulla provocazione e i propositi-choc, aggiunge. "Si può dire ciò che si pensa ma il Front National ha una sua linea, impersonata dalla presidente. Le dichiarazioni di Jean-Marie Le Pen impegnano solo lui. È nella provocazione volontaria e cerca la polemica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franzkeks

    03 Aprile 2015 - 22:10

    Cara Marine Le Pen, da' un calcio nel sedere a quel farabutto di tuo padre. Secondo consiglio: ammetti che l'Euro è una moneta favolosa, meglio delle 20 altre come la Lira che facevano schifo. Adesso che gli ebrei francesi, minacciati dall'Islam, si schierano dalla tua parte, devi cacciare dal partito tuo padre e quelli come lui. Per noi liberali e conservatori è Israele lo Stato modello.

    Report

    Rispondi

blog