Cerca

Accordo

Iran, firmato l'accordo sulle centrali nucleari: pronta la revoca delle sanzioni contro Teheran

Iran, firmato l'accordo sulle centrali nucleari: pronta la revoca delle sanzioni contro Teheran

Le potenze internazionali e l’Iran hanno concordato soluzioni legate ai punti chiave per stilare il futuro accordo finale sul nucleare iraniano. I dettagli dell'accordo sottoscritto a Losanna prevedono innanzitutto che l'Iran mantenga un solo impianto nucleare per l'arricchimento dell'uranio, quindi quello con sede a Natanz. La centrale nucleare iraniana di Fordo sarà convertita in una struttura per la ricerca e non vi si troverà materiale fissile. L'annuncio è stato fatto da Federica Mogherini nel ruolo di Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione europea. "Questa è una decisione cruciale che pone basi concordate per il testo finale congiunto e onnicomprensivo" ha detto Mogherini.

Le conseguenze - All'apertura dell'Iran sulle politiche nucleari, le potenze internazionali hanno risposto con l'annuncio della revoca di "tutte le sanzioni" imposte a Teheran. Ue e Usa, contestualmente all'Agenzia internazionale per l'energia atomica, elimineranno gradualmente da giugno 2015 ogni tipo di sanzione contro l'Iran in base ai relativi depotenziamenti degli impianti nucleari iraniani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • binariciuto

    04 Aprile 2015 - 12:12

    Obama, un disastro nobelizzato: per fortuna presto si toglierà di mezzo, lui rifacendo il leguleio d'affaracci e MIchelle a coltivare l'orticello bio.

    Report

    Rispondi

  • Franzkeks

    02 Aprile 2015 - 21:09

    Anzitutto trattare con gli islamici è di per se una presa in giro. Sono falsi fino al midollo. Il capo Aiatollah Ali Chamenei predica ogni venerdì la distruzione di Israele. Ammesso che le trattative siano a buon punto, l'occidente e Israele stanno lì a mani vuote: gli americani ricevono ordini dall'Arabia Saudita, che ha l'atomica insieme al Pakistan, paese pericolosissimo per l'Occidente.

    Report

    Rispondi

blog