Cerca

In fiamme

Is, bruciato pollo in scatola destinato ai profughi

Lo Stato Islamico (Is) ha dato alle  fiamme scatole di carne di pollo destinate ai profughi siriani in quanto considerato cibo halal, ovvero vietato dall’Islam, perché macellato negli Stati Uniti e quindi non secondo le norme islamiche.  L’Is ha poi diffuso su un account Twitter affiliato al Califfato le immagini che mostrano il rogo dei prodotti alimentari, sequestrati dai jihadisti a un posto di blocco nella provincia di Aleppo, nella Siria  settentrionale.

Tra le immagini, una mostra due camion fermati dai jihadisti e  svuotati dalle scatole che trasportavano, poi gettate giù da una collina nella campagna di Akhtarin. I camion trasportavano anche
frutta e verdura, mentre le scatole di carne di pollo riportavano  l’etichetta ’Koch Foods’, un’azienda statunitense. Le Nazioni Unite stimano che siano 9,9 milioni le persone che necessitano di assistenza alimentare in Siria. Citato dal giornale The Independent, l’attivista Abu Mohammed Hussam,ha detto che i miliziani hanno  definito la carne halal in quanto proveniente da una compagnia  americana e quindi l’hanno distrutta immediatamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog