Cerca

La decisione

Bielorussia, multa e carcere a disoccupati e casalinghe se non trovano un lavoro

Bielorussia, multa e carcere a disoccupati e casalinghe se non trovano un lavoro

Chi non lavora è un parassita a spese dello Stato e va multato. A dirlo non è un vecchio capo sovietico, ma il presidente della Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, più volte definito dai collaboratori di Barack Obama: "L'ultimo dittatore d'Europa". Con il decreto firmato da Lukashenko saranno multati tutti i cittadini che non lavorano e quindi non pagano le tasse. Una forma un po' particolare di incentivare i "fannulloni" a trovare un'impiego, visto che nell'elenco degli obiettivi del decreto rientrano anche le casalinghe. E in caso di recidiva scatterà anche l'arresto con la condanna a essere occupati in lavori socialmente utili. Non sono compresi solo i bielorussi, ma anche gli stranieri residenti. Gli unici esclusi saranno i pensionati, i disabili, i minori, chi è impegnato in lavori stagionali e gli imprenditori e liberi professionisti, questi ultimi già vessati da tasse molto alte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • laghee

    06 Aprile 2015 - 15:03

    non ditelo ai nostri sindaci e a Renzi, altrimrnti pur di fare cassa, applicano anche loro questa legge !!

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    06 Aprile 2015 - 10:10

    Se le mamme sono tra le eccezioni sono d'accordo!

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    06 Aprile 2015 - 09:09

    l'Italia è un paese più civile: i parassiti, i fannulloni, gli incapaci, i ladri li facciamo politici, dirigenti, amministratori e come minimo gli diamo un impiego pubblico per grattarsi le p.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    05 Aprile 2015 - 19:07

    Altro che l assegno di solidarietà che paventa Grillo

    Report

    Rispondi

blog