Cerca

L'ultima ipotesi

Tragedia Germanwings, l'esperto di aviazione al Financial Times: "Ma che Lubitz, colpa di un attacco hacker"

Tragedia Germanwings, l'esperto di aviazione al Financial Times: "Ma che Lubitz, colpa di un attacco hacker"

Un esperto di aviazione, Matt Andersson, ha scritto una lunga lettera al Financial Times in cui spiega come l'aereo della Germanwings che si è schiantato sulle Alpi Francesi potrebbe essere caduto a causa di un attacco hacker esterno. Il fatto che l'aereo abbia accelerato la sua discesa improvvisamente potrebbe essere stato causato da un hacking elettronico esterno dei sistemi di controllo e di navigazione del velivolo. Secondo Andersson, potrebbe essere avvenuto attraverso un' intercettazione elettromagnetica. Una tesi particolare, dove il ruolo di Andreas Lubit muterebbe radicalmente: da carnefice e stragista ad "agnello sacrificale" per non scatenare un tremendo, e nuovo, allarme terrorismo. Di seguito la traduzione pubblicata su Dagospia della lettera di mister Andersson.

Sir, gli incidenti aerei sono eventi complessi che richiedono indagini approfondite da parte di esperti, e anche di testare più variabili indipendenti, e altri fattori secondari. Sia la scatola nera con le registrazioni di cabina (CVR) che quella con il registratore dei dati (FDR) del volo Germanwings 9525, insieme ad altre fonti di informazione, devono ancora essere oggetto di un'inchiesta che rispetti gli standard internazionali sugli incidenti aerei. Fino a quel momento, molte affermazioni attualmente presentate al pubblico possono rivelarsi errate, fuorvianti o in alcuni casi portare a interventi regolatori impropri o controproducenti. E assegnare responsabilità, sia finanziarie che assicurative, senza basi solide. Fornire uno "stillicidio" di giudizi sulla base di dati preliminari non costituisce un'indagine professionale, né una gestione sensata delle informazioni che si possono diffondere pubblicamente dopo un incidente. Infatti, la European Cockpit Association, che rappresenta circa 40.000 piloti professionisti, ha giustamente criticato la diffusione prematura delle interpretazioni dell'audio del velivolo (che restano non verificate). Inoltre, queste e altre letture dei dati continuano ad essere fornite da magistrati e funzionari pubblici che ovviamente non possono essere esperti in materia di indagini di sicurezza aerea - e che potrebbero pregiudicare una valutazione tecnica formale. Ad esempio, l'agenzia francese per le indagini sugli incidenti, la BEA, afferma che l'aereo ha accelerato nella sua discesa. Cosa possibile, ma che potrebbe derivare da un qualsiasi numero di cause, tra cui l'hacking elettronico esterno dei sistemi di controllo e di navigazione del velivolo attraverso malware o intercettazione elettromagnetica. Che sono le ragioni per cui i velivoli militari e dei capi di Stato normalmente installano schermature e protezioni speciali, mentre quelli civili non lo fanno. L'opinione pubblica dovrebbe aspettare pazientemente un'inchiesta sulla sicurezza aerea professionale, approfondita, e che coinvolga più parti, e dovrebbe mantenere il proprio scetticismo davanti a ipotesi ufficiali ma preliminari".

di Matt Andersson
Indigo Aerospace
Chicago, IL, USA

 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • trappolotto

    11 Aprile 2015 - 14:02

    Complimenti, adesso diamo pure credito ai cialtroni bancarottieri come Matt Anderson, CEO di una compagnia aera esistita solo sulla carta e poi finita nei guai con il fisco americano e acceso sostenitore delle teorie complottiste sulle scie chimche..complimenti per la professionalità dimostrata nel verificare le fonti ...

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    10 Aprile 2015 - 11:11

    mai sentito parlare del rasoio di Ockam?

    Report

    Rispondi

  • soter66

    10 Aprile 2015 - 00:12

    Ma questi hacker hanno attaccato il cervello di Lubitz?

    Report

    Rispondi

  • fabiodrigani

    09 Aprile 2015 - 16:04

    IO credo più in un attacco hscker, che nekll'inesperienza di Lfuthansa, da cui dipendeva German Wings. Ho viaggiato con Ryan Aiir mi sono trobvato ebnisskimo, a parte un piccolo incidente sulla pista prima del ritorno cher ah tardato i gtempki di un'ora

    Report

    Rispondi

    • Chry

      10 Aprile 2015 - 02:02

      È il pilota che urla di farlo rientrare in cabina, anche quello è un attacco hacker??

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog