Cerca

Orrori Isis

Dodicenne estratta a sorte, poi rapita e stuprata per tre giorni

Dodicenne estratta a sorte, poi rapita e stuprata per tre giorni

Legata, malmenata e stuprata da sette diversi militanti Isis per ben tre giorni. E' quanto successo a una ragazza yazidi di 12 anni, rapita dalla sua casa in Iraq. Ad aggiungere orrore alla vicvenda, il fatto che il nome della ragazzina sarebbe stato estratto in una sorta di lotteria tenuta dai jihadisti. La notizia è stata data dall'organizzazione Human Rights Watch. "Li ho supplicati di non toccarmi e di lasciarmi andare - ha raccontato la ragazzina. Mi hanno stuprata per tre giorni». La testimonianza della dodicenne, che è poi riuscita a scappare, è solo una delle tante e Human Rights Watch che parla di un sistema organizzato di violenze sessuali, schiavitù e matrimoni forzati, tutti da ricondurre alla fattispecie dei crimini di guerra e genocidio contro la minoranza Yazidi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Paolo1946

    17 Aprile 2015 - 08:08

    Stiamo sempre parlando di islam moderato

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    17 Aprile 2015 - 07:07

    Ecco perché fanno la guerra sti caproni ignoranti perché a parte le capre che si scopavano nel deserto non hanno mai avuto a che fare con una donna

    Report

    Rispondi

blog