Cerca

Dimissioni in massa

A Parma negli Stati Uniti si dimettono 5 poliziotti su 6 dopo l'elezione del primo sindaco nero

A Parma negli Stati Uniti si dimettono 5 poliziotti su 6 dopo l'elezione del primo sindaco nero

Il corpo di polizia della cittadina di Parma, settecento abitanti, nel Missouri (Usa) ha protestato con un'ondata di dimissioni dopo l'elezione del primo sindaco nero, la signora Tyrus Byrd. L'80% degli agenti, seguiti dal consulente legale del comune e dal supervisore delle acque hanno lasciato il lavoro. Poco prima delle elezioni, quando il risultato sembrava ormai certo per la donna, dagli uffici comunali c'è stato un vero e proprio esodo. La Byrd ha preso il posto di Randall Ramnsey, sindaco della Parma americana da ben 37 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gios78

    22 Aprile 2015 - 09:09

    Ha ha...ecco quanto vale il multirazzialismo Usa! Nonostante un presidente negro, gli americani sono sostanzialmente quelli di 100 anni fa. I neri vanno bene ma solo se stanno fuori dai piedi....

    Report

    Rispondi

  • routier

    22 Aprile 2015 - 07:07

    Premesso che non credo in una società multirazziale, devo tuttavia constatare che quando i latifondisti cotonieri degli USA meridionali, avevano bisogno di mano d'opera a basso costo, allora i negri andavano benissimo. Adesso un negro sindaco da fastidio. Ma datevi una regolata,,,,,,!

    Report

    Rispondi

  • etano

    21 Aprile 2015 - 16:04

    Chissà cosa sarebbe accaduto se la stessa cosa si fosse verificata nella Parma italiana quando è stato eletto sindaco il compagno cerebroleso grillastro Pizzarotti.

    Report

    Rispondi

  • laghee

    21 Aprile 2015 - 13:01

    sei agenti per 700 abitanti mi sembrano un po proppi !! neanche fosserro forestali siciliani !!!

    Report

    Rispondi

blog