Cerca

La rivelazione

Isis, "Al Baghdadi rimasto gravemente ferito"

Abu Bakr al-Baghdadi

Il capo dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, sarebbe rimasto gravemente ferito a marzo in un raid della coalizione internazionale a guida Usa nell’Iraq occidentale. È quanto riferisce il quotidiano britannico Guardian, citando una fonte irachena legata agli jihadisti.  Secondo la fonte, inizialmente le condizioni del ’Califfò erano apparse disperate ma poi si è gradualmente ripreso, anche se non è ancora in grado di tornare alla guida quotidiana del gruppo jihadista, impegnato a combattere in Iraq e in Siria. Due diverse fonti hanno confermato che al-Baghdadi sarebbe stato colpito il 18 marzo ad al-Baaj, nel distretto di Ninive, vicino al confine siriano. Già in precedenza c’erano state voci su un suo presunto ferimento, ma mai era stato riferito in modo così particolareggiato. Le ferite riportate da Baghdadi erano inizialmente sembrate così gravi da costringere la dirigenza dell’Isis a riunirsi, nella convinzione che non sarebbe sopravvissuto e bisognasse pensare a un nuovo capo.

Il raid - Secondo quanto riferito da un diplomatico, nel mirino del raid aereo c’era un convoglio di tre auto nella zona di al-Baaj, tra i villaggi di Umm al-Rous e al-Qaraan, sulle quali viaggiavano dei responsabili dell’organizzazione terroristica. All’epoca non si sapeva che il Califfo fosse tra loro. La zona tribale sunnita di al-Baaj, a 200 chilometri a ovest di Mosul, è sempre stata considerata un paradiso per gli jihadisti e anche ai tempi della dittatura di Saddam Hussein era fuori dal controllo di Baghdad. Una situazione che non è cambiata neanche con l’invasione
americana. Baghdadi "ha scelto quest’area perchè sapeva dai tempi della guerra che gli americani non avevano molta copertura qui", ha sostenuto una fonte informata dei movimenti del Califfo, "dal 2003, i militari americani a malapena hanno una presenza lì, era l’unica parte dell’Iraq che non avevano mappato". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beppefanni

    21 Aprile 2015 - 23:11

    Speriamo che non lo dostituisca uno più bestia di lui!

    Report

    Rispondi

  • nordest

    21 Aprile 2015 - 16:04

    Immagino che l'osso Bolbrini sarà dispiaciuta e farà aprire una commissione d'inchiesta urgente

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    21 Aprile 2015 - 16:04

    Una nostra procura potrebbe aprire un fascicolo o una inchiesta per capire chi e` stato?i mandanti?se si poteva evitare e sopratutto arrestare i colpevoli?Portarlo in italia e farlo incontrare da pinocchio o dallo smacchiatore? farlo diventare eroi della sinistra insomma e presentarlo alle prossime elezioni? I sinistri ci hanno abituato a tutto. Non mi meraviglierei.

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    21 Aprile 2015 - 15:03

    Avvisate subito la Boldrini,Alfy e Pinocchio per inviare una missione umanitaria per soccorrere questa persona ferita dagli imperialisti.Si potrebbe anche consegnare loro delle armi per potersi difendere dagli stranieri che invadono il loro territorio.Se poi vogliono sgozzare chi li soccorre o violentare le donne, va bene e` nel loro diritto! Mandate questi 3 coglioni/a in Iraq !Vi prego!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog