Cerca

Cambio di passo

Immigrazione, l'Ue: "Missione civile e militare per fermare gli scafisti". Alfano: "Da soli non ce la facciamo". Renzi alle Camere

Immigrazione, l'Ue: "Missione civile e militare per fermare gli scafisti". Alfano: "Da soli non ce la facciamo". Renzi alle Camere

Il premier Matteo Renzi sarà mercoledì mattina alle 9 alla Camera per le comunicazioni in vista del Consiglio europeo del 23 aprile che si occuperà di immigrazione. Lo ha deciso la conferenza dei Capigruppo di Montecitorio dopo le richieste avanzate da Sel lunedì e da Forza Italia oggi. Il premier rimarrà a Montecitorio fino alle 10.30 poi si trasferirà a Palazzo Madama. I gruppi avranno a disposizione 5 minuti per gli interventi di replica e 10 minuti a rappresentante per le dichiarazioni di voto finale sulle risoluzioni.

L'Ue: "Missione militare" - Dopo gli imbarazzati silenzi iniziale, l'Unione europea sembra voler accelerare nel trovare contromisure che possano arginare il dramma dei viaggi della morte nel Mediterraneo. Da Lussemburgo Natasha Bertaud, portavoce della Commissione Ue sull'immigrazione, ha infatti annunciato che le operazioni di sequestro e distruzione delle imbarcazioni degli scafisti per portare gli immigrati in Europa dovranno essere condotte con "una missione militare e civile". Il tutto dovrebbe svolgersi sulla falsariga della missione contro i pirati nelle acque della Somalia, denominata "Atalanta". Giovedì, come detto, se ne discuterà in sede di Consiglio europeo. Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha ribadito come la nuova missione debba impedire agli scafisti di prendere il largo affondando i barconi prima che partano: "Noi da soli non possiamo farlo - ammette - è in corso un negoziato con Onu e Ue per avere, in un quadro di legalità internazionale l’autorizzazione a questo intervento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • c.camola

    15 Agosto 2015 - 17:05

    Renzi,Alfano e compani è impossibile che si sveglino da l letargo.Quando un paese viene invaso questo paese deve agire senza si e sensa ma,anche se c'è di mezzo l'europa.

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    23 Aprile 2015 - 15:03

    Avrei preferito se avessero detto"basta immigrazione selvaggia".In tutti i sensi.

    Report

    Rispondi

  • wainer

    23 Aprile 2015 - 11:11

    Temo che il ministro Angelino Afgano sia al corrente di tutti gli scenari magrebini e degli inevitabili intrallazzi tra stato italiano-mafie-trafficanti di schiavi! Però non vuole perdere il suo seggiolone (che gli ricorda quello dal quale cadde da piccolo) e poi non può fare più di tanto perché l'intero governo italico è sotto ricatto terroristico, come (ai bei tempi) del buon Arafāt e Al-Fata

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    22 Aprile 2015 - 14:02

    E' anche colpa di quel governo Libico che non sa' fermare le organizzazioni che finanziano tutto questo ..... Ci vorrebbe un esercito che vigila armato tutto il tempo le coste .... Quelli di Bruxell dovrebbero mettersi d'accordo e forzare la Libia a collaborare. Oltretutto ci devono che li abbiamo haime' aiutati di liberarsi di Gheddafi. Ci devono qualcosa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog