Cerca

La scelta storica

Vaticano, Papa Francesco canonizza le prime sante nate in Palestina

2
Vaticano, Papa Francesco canonizza le prime sante nate in Palestina

Papa Francesco ha proclamato sante, in piazza San Pietro, 4 suore, delle quali solo una è italiana: la religiosa napoletana madre Maria Cristina Brando, (1856-1906), fondatrice delle Suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, un istituto molto radicato sul territorio della Campania ma presente anche in altre regioni e in diversi paesi. Delle altre tre una è francese, Giovanna Emilia De Villeneuve (1811-1854), religiosa, fondatrice della Congregazione delle Suore dell’Immacolata Concezione di Castres, e le altre due sono palestinesi, Maria Cristina Maria Alfonsina Danil Ghattas (1843-1927), religiosa, Fondatrice della Congregazione delle Suore del Rosario di Gerusalemme; Maria di Gesù Crocifisso (al secolo: Maria Baouardy), (1846-1878), monaca Professa dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi: si tratta delle prime sante palestinesi dell’epoca moderna e il piazza San Pietro sono presenti oltre 2000 fedeli giunti dalla Terra Santa, con il patriarca di Gerusalemme Twal e il presidente palestinese Abu Mazen. È rappresentato per l’occasione anche il governo israeliano. Ma la stragrande maggioranza dei partecipanti al rito sono di Napoli e delle altre diocesi campane, accompagnati dal cardinale Crescenzio Sepe. Il governo italiano è rappresentato dal sottosegretario alla presidenza del Cosiglio, Claudio De Vincenti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • opinione-critica

    18 Maggio 2015 - 19:07

    Viviamo in un periodo nel quale i santi abbondano, le persone normali sono sempre meno, i cristiani sono sempre meno nella palestina di Abu Mazen e il papa lo bacia. Si tratta di alta diplomazia o alta coglioneria?

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    17 Maggio 2015 - 20:08

    Se c'era anche il doppiogiochista Abu Mazen possiamo stare tranquilli. Finge di adoperarsi per la pace tra Palestinesi ed Israele mentre in realtà sostiene i terroristi di Hamas. Perché buon sangue non mente. Sono sorpreso che la sinistra non abbia ferocemente protestato per la presenza di una delegazione dei "macellai" israeliani: che ci stavano a fare se le due Sante sono Palestinesi?

    Report

    Rispondi

media