Cerca

La svolta

Irlanda, referendum sulle nozze gay: hanno vinto i sì. Il ministro: "Orgoglioso di essere irlandese"

10
Irlanda, referendum sulle nozze gay: hanno vinto i sì. Il ministro: "Orgoglioso di essere irlandese"

Ormai sembrano non esserci più dubbi, l'Irlanda ha detto sì alle nozze gay.  I primi risultati del referendum infatti sono stati favorevoli, e ora vige la vittoria schiacciante dei sì. Il ministro delle Pari opportunità, Aodhan O'Riordain, aveva dichiarato: "Penso che i sì vinceranno. Ho assistito allo spoglio in zone dove si pensava avrebbero vinto i no, e persino lì i sì erano in maggioranza". Quindi, se queste previsioni fossero confermate, l'Irlanda diventerebbe così il primo Paese al mondo a legalizzare i matrimoni omosessuali tramite un referendum. E così è stato.

La campagna su Twitter- Durante la giornata ha spopolato su Twitter l’hashtag #hometovote: migliaia di giovani e meno giovani, residenti all’estero per lavoro o per studio, hanno postato le foto del loro ritorno a casa. Su navi, aerei, treni, pulman. Il "sì" alle nozze gay è stato sostenuto anche da tutti i partiti dello schieramento politico irlandese. Contraria, come prevedibile, la Chiesa locale che però, a differenza di quanto successo in altri Paesi, si è limitata ad una campagna fra i fedeli, ribadendo il "no" durante i sermoni. Solo un ventennio fa il Paese ha abolito il reato di omosessualità.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    24 Maggio 2015 - 16:04

    Le idee del cardinale Janis Francis Pujats sono chiare. Davanti ad una commissione parlamentare a Riga, il cardinale ha accusato l'Europa di mettere la sodomia al centro delle politiche comunitarie, invece della famiglia naturale: "Neppure i regimi di H.. e S.. osarono mettere la sodomia al centro della politica di Stato – ha affermato.Questa infamia è divenuta realtà nell’Unione Europea".

    Report

    Rispondi

    • ramadan

      25 Maggio 2015 - 13:01

      il cardinale ignora la realtà. la società non è più quella di 1000 anni fa in cui la chiesa speculava sull'ignoranza della gente. mi pare che papa bergoglio se ne sia reso conto e deve lottare contro persone come lei e come il cardinale pujats che, per fortuna, siete ormai in minoranza.

      Report

      Rispondi

  • SiDai

    24 Maggio 2015 - 12:12

    Vaticano, fai mea culpa, hai sbagliato tutte le politiche, ti sei fatto deboluccio... avanti cosi, che con corruzzione e omosessualita siete immersi fino al collo anche dentro li... vergogna...

    Report

    Rispondi

  • mariaester

    24 Maggio 2015 - 11:11

    Quandoin Europa saranno in maggioranza coloro che praticano il Ramadan non ci saranno i matrimoni gay , il matrimonio tradizionale sarà poligamia ,le Donne saranno sottomesse agli uomini e guai a chi si rivela. Ah ah ah , che Dio ci conservi la chiesa cattolica!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media