Cerca

La storia

Brasile, la giovane mamma barbona Ana Dos Santos Cruz trova 52 mila dollari e li restituisce: così è diventata famosa

Brasile, la giovane mamma barbona Ana Dos Santos Cruz trova 52 mila dollari e li restituisce: così è diventata famosa

Una giovane mamma brasiliana di 23 anni, Ana Dos Santos Cruz, è passata in pochi giorni dal rovistare i cassonetti della spazzatura di San Paolo in cerca di cibo per il figlio alle tv e giornali nazionali del Brasile. Ana passava anche 10 ore al giorno a rovistare nell'immondizia, era rimasta sola a badare a suo figlio di 3 anni da che il padre è stato arrestato e messo in galera. All'improvviso però la sorte ha sorriso alla ragazza. In un cassonetto ha trovato infatti un blocchetto di assegni intestati al Barretos Cancer Hospital del valore di 53 mila dollari. Quel che è stato giusto fare, per la ragazza non è mai stato in discussione: "Non ho mai pensato di tenere per me uno di questi assegni - ha detto - I pazienti ricoverati ne hanno bisogno molto più di me". Una storia che ha commosso i brasiliani e colpito i dirigenti dell'ospedale. Ana è rapidamente diventata un personaggio famoso, tanto da essere scelta come testimonial per la pubblicità di un centro commerciale. Da lì è cominciata anche una promettente carriera da modella che le permetterà di riprendere anche gli studi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocco de virgilio

    rocco de virgilio

    25 Maggio 2015 - 22:10

    Dopo la tempesta verrà la calma e uscirà il sole. L'italia spazzerà tutti i ladri. Ricordatevi!!! chi la dura, la vince. Per molti è già tramonto, in questo paese deve uscire un nuovo sole. Riflettete bene a chi votare, lasciate l'affezione sconsiderata ai partiti che hanno voluto imporre per anni la loro astuzia politica.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    25 Maggio 2015 - 20:08

    la fortuna bussa alla porta quando meno te l'aspetti. in questo caso più che l'onesta, visto che gli assegni erano intestati, c'entra la furbizia della ragazza aver capito che con questa mossa qualcosa sarebbe cambiato. Infatti pare che stia cambiando la sua vita.

    Report

    Rispondi

  • totano54

    25 Maggio 2015 - 17:05

    Capirai... e come li incassava gli assegni? Se fossero state banconote col ca##o che le avrebbe restituite, e sfido chiunque a dire che non avrebbe fatto altrettanto...

    Report

    Rispondi

  • Il Popolo

    25 Maggio 2015 - 16:04

    Queste sono le persone giuste che devono essere aiutate ad emergere. Brava e complimenti anche se l'onesta dovrebbe essere una regola e non una eccezione

    Report

    Rispondi

    • Bolinastretta

      25 Maggio 2015 - 17:05

      non vorrei fare il pessimista ma neanche come molti l'idealista.... se gli assegni (come riporta l'articolo) erano intestati, ahimè non poteva fare altrimenti!!

      Report

      Rispondi

blog