Cerca

Prigioniero del tempo

Henry Gustave Molaison, l'uomo senza memoria: ogni 60 secondi, dimentica tutto

Henry Gustave Molaison, l'uomo senza memoria: ogni 60 secondi, dimentica tutto

La storia, pazzesca, di un uomo che perde la memoria ogni sessanta secondi. Allo scadere di ogni minuto azzera i suoi ricordi. Una vicenda quasi incredibile, ma terribilmente reale. E' la storia di Henry Gustave Molaison (nato 1926 e morto nel 2008). L'uomo si era sottoposto ad un'operazione al cervello nel 1953, operazione che però non aveva dato l'esito sperato: da quel momento erano iniziate le cicliche amnesie. Molaison aveva deciso di operarsi per curare l'epilessia, ma dopo l'intervento la sua memoria a breve termine era compromessa: ricordava solo quello che accadeva un minuto prima, per poi cancellare tutto e "ricominciare da capo". Ad Henry infatti era stato esportato l'ippocampo, necessario per mantenere i ricordi a lungo termine, e l'amigdala, necessaria per le emozioni.  Non riconosceva neanche più la moglie e i parenti più stretti. Oggi, sulla sua singolare e terribile vicenda, la neuropsichiatra Suzanne Corkin ha scritto un libro, Prigioniero del presente, edito da Adelphi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog