Cerca

Allarme rosso

Isis, nel mirino la compagnia aerea Tunisair: "Fratelli islamici, non prendete quel volo"

Isis, nel mirino la compagnia aerea Tunisair: "Fratelli islamici, non prendete quel volo"

Nei piani dell'Isis c'è anche l'emulazione di Al Qaeda: il califfato del terrore islamico, infatti, ora mira agli aerei. Ad affermarlo non è l'intelligence di qualche Paese occidentale, ma lo stesso Stato islamico, che attraverso Ifriki Media ha invitato i musulmani a non utilizzare i voli della compagnia Tunisair a partire dal 3 giugno. Secondo quanto affermato, potrebbero essere oggetti di attentati e dirottamenti. Nell'annuncio si legge: "Avviso a tutti i musulmani. Se tenete alla vita, vi consigliamo di non imbarcarvi sugli aerei di Tunisair a partire dal 15 Chebane de ll'Egira", data che fa riferimento alla fuga del profeta Maometto da La Mecca a Medina, avvenuta il 16 luglio 622 (il 3 giugno nel calendario occidentale).

I precedenti - Secondo quanto dichiarato dall'Isis, dunque, la compagnia di bandiera tunisina sarà prossima a subire un attentato o un dirottamento arereo, e il Califfato vorrebbe mietere meno vittime possibili tra i suoi seguaci. La diffusione di simili notizie non è una novità nel mondo islamico: la tecnica fu adottata in passato da Al Qaeda sia a Londra sia a Milano, quando militanti dell'organizzazione fermavano le persone suggerendo loro di non prendere la metropolitana in determinate date (per attentati che, però, non si erano mai realizzati). Si tratta di un escamotage per far crescere il livello dell'allarme, anche se non si può escludere che in questo caso l'Isis potrebbe fare sul serio. L'allarme riguarda molti aerei che attraverseranno il Mediterraneo e che potrebbero mettere in pericolo anche l'Italia: Tunisair ha voli diretti per Roma, Milano, Napoli e Palermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog