Cerca

La svista

Isis, lo jihadista tiene attivo il Gps su Twitter: scoperto dagli americani

Isis, lo jihadista tiene attivo il Gps su Twitter: scoperto dagli americani

Si sa che la propaganda dell'Isis sui social network è il loro miglior sistema di reclutamento dei giovani nelle fila dello Stato Islamico. Ma come per le persone normali, anche per i jihadisti Internet è un'arma a doppio taglio: infatti come ci riporta l'Air Force Time il selfie di un miliziano postata su Twitter ha permesso agli americani di localizzare il suo quartier generale, e di raderlo al suolo con tre missili nell'arco di 22 ore. Non è la prima volta che capita un fatto del genere: infatti il neozelandese M.Taylor, chiamato anche Abu Abdul-Rahman aveva prodotto 45 tweet senza disattivare però la geolocalizzazione. Dopo gli ultimi fatti il Califfato ha deciso di emanare una legge in cui si proibisce l'utilizzo di dispositivi Apple.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    22 Luglio 2015 - 15:03

    Che cosa volete pretendere, il cervello per questi personaggi è un'optional, lui si era dimenticato di chiederla.

    Report

    Rispondi

blog