Cerca

Incubo Grexit

Alexis Tsipras: "Se la Grecia fallisce, poi toccherà all'Italia e alla Spagna"

Alexis Tsipras: "Se la Grecia fallisce, poi toccherà all'Italia e alla Spagna"

"Se la Grecia fallisce, poi toccherà all'Italia e alla Spagna". L'avvertimento è di Alexis Tsipras. Il primo ministro greco, in una lunga intervista al Corriere della Sera, spiega che in caso di Grexit, l' Europa scricchiolerebbe sia dal punto di vista economico che geopolitico. "Se la leadership politica europea non può gestire un problema come quello della Grecia che rappresenta il 2% della sua economia, quale sarà la reazione del mercati per Paesi che affrontano problemi molto più grandi, come la Spagna o l’Italia che ha un debito pubblico di 2 mila miliardi?" Se la Grecia fallisce i mercati andranno subito a cercare il prossimo", spiega Tsipras.

La trattativa - Tspiras vuole rinegoziare le condizioni del programma di riforme per renderle meno pesanti. Ieri ha incontrato il ministro tedesco Schauble, domani vedrà Angela Mekel e Francois Hollande. "Se dovesse fallire la trattativa, il costo per i contribuenti europei sarà enorme", puntualizza dalle colonne del Corsera. "È per questo che sono profondamente convinto che ciò non convenga a nessuno. Lo dico per far comprendere che il mio governo non tratta egoisticamente. Al contrario. Se la Grecia otterrà qualcosa di buono da questa trattativa - ad esempio minore austerità - la strada si aprirà per tutti. Per questo, specialmente i Paesi del Sud, dovrebbero appoggiare la posizione greca nel loro proprio interesse". "Non vogliamo mettere paura o ricattare", aggiunge il leader di Syriza. "Sappiamo che anche altri affrontano difficoltà e contemporaneamente mostrano solidarietà. D'altra parte la Grecia resta uno Stato sovrano che ha l'obbligo di fronte ai suoi cittadini e alla comunità internazionale di discutere con tutti la stabilità economica e geopolitica. Voglio essere chiaro. La Grecia riceve prestiti. Nessuno le regala dei soldi. Secondo il Parlamento tedesco, la Germania ha guadagnato 360 milioni di euro dai prestiti che ci ha concesso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pasmim

    23 Giugno 2015 - 12:12

    beh, sai, in mezzo alle capre italiane ci può stare! ma in italia falliscono i poveracci, mica il paese! è pronto il piano per l'esproprio di stato!!! Capito RULI5646? le chiacchere le facciamo noi, pese assolutamente insufficiente!

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    09 Giugno 2015 - 12:12

    E visto che voi siete abituati e lo fallite con cadenza regolare, per non parlare di quando taroccate i conti... siete esperti!!! e col governo che abbiamo odiernamente... ahimè possiamo anche credervi!!!

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    09 Giugno 2015 - 11:11

    Intanto pensa a FALLIRE tu e tutte le teste di C----- della tua levatura. Hai vinto le elezioni ? Hai promesso mare e monti ? Ora pedala e lavora se sei capace di farlo. La verità è che quelli come te (e in Italia di fanfaroni simili ne abbiamo parecchi) più che impoverire lo Stato e la Gente non riescono a fare. Chiacchere, chiacchere, chiacchere..... come tutti i Komunisti DOC.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    09 Giugno 2015 - 11:11

    Pur essendo d'accordo con Tsipras sull'attenuazione dell'austerità, rimarco che i 360 milioni di cui parla (e sono una ventina anche per l'italia) di presunti guadagni, si realizzerebbero solo quando la Grecia restituisse in toto quanto avuto in prestito, cioè a mio modesto parere, mai, viste le sue condizioni .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog