Cerca

Choc

Ragazza inglese confessa in tv alla madre di aver fatto sesso con papà

Ragazza inglese confessa in tv alla madre di aver fatto sesso con papà

"Cara mamma, mi dispiace ma per mesi ho fatto sesso con papà". La confessione sarebbe già di per se terribile se avvenisse tra le quattro mura di casa. Ma nel caso di Ceri, una diciottenne inglese, è avvenuta nientemeno che in televisione, davanti a centinaia di migliaia di attoniti spettatori. Come riporta il sito di news e gossip leggo.it, che riprende il tabloid inglese Daily Star, Ceri ha confessato alla mamma Jezza di aver fatto sesso con il suo patrigno, di aver ceduto alle sue continue provocazioni. La ragazza, che oggi ha 18 anni, ha dichiarato di essere stata più volte provocata dall'uomo e dopo lunghe avances ha ceduto. Il presentatore della trasmissione, Jeremy Kyle, è intervenuto dicendo che avrebbe potuto sottrarsi visto il rapporto che aveva con l'uomo, che l'aveva cresciuta ed era sposato con la madre. L'uomo ha confessato di essere stato a sua volta provocato dalla figliastra e che la loro relazione è andata avanti per diversi mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • florindomorelli

    12 Giugno 2015 - 15:03

    Queste cose accadono un po' dovunque c'era famiglia con genitori separati.Le madri separate e con figli/e adolescenti che si rifanno o credono di rifarsi una nuova vita con un altro compagno, spesso non si accorgono di nulla o fanno finta di non.accorgersi di nulla, per non accusare un altro fallimento. La ragazza che ha dichiarato questo fatto comunque ha subito una violenza sensuale da minore.

    Report

    Rispondi

  • gribob

    11 Giugno 2015 - 12:12

    bravi,bravissimi !! Love is Love !!! questa è la deriva del nuovo ordine mondiale!!! #SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    11 Giugno 2015 - 08:08

    ma la ragazza non poteva raccontare subito alla madre che il patrigno era un ma..iale?

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    10 Giugno 2015 - 23:11

    leggi inglesi non so, per quelle italiane è punibile in quanto reso di pubblico dominio. Si dice che l'equiparazione fra consanguinei, per nascita, in linea retta ed affini, per matrimonio, pure In linea retta, sia stata voluta nel 1930 per allineare la legge italiana a i canoni cattolici, nell'ottica del Concordato. Certo non il modo migliore di comportarsi, ma non sono padre e figlia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog