Cerca

In Gran Bretagna

Paziente si sveglia nel corso di una operazione: dolore indescrivibile

Paziente si sveglia nel corso di una operazione: dolore indescrivibile

Roba da incubo. Peggio. Da film horror. Immaginatevi di svegliarvi mentre vi stanno sottoponendo a un intervento chirurgico, con la pelle squarciata e i medici che rovistano con bisturi e attrezzi vari dentro di voi. E di non poter fare nulla, perchè comunque immobilizzati dai farmaci pre-intervento. L'atroce esperienza l'ha vissuta Caroline Coote, di Saint-Brélade, in Gran Bretagna. Come racconta il sito leggo.it, durante un intervento alla cistifellea, l'anestesia non è andata correttamente in circolo e la donna si è risvegliata senza però poter muovere un muscolo che le consentisse di fermare i medici: un dolore indescrivibile, un incubo dal quale pensava non si sarebbe più ripresa.  Dopo 45 minuti di operazione ha iniziato a riprendere conoscenza: "Ero sveglia ma non riuscivo a muovermi. Sentivo solo un dolore atroce. Ero disperata – ha raccontato Caroline – L'unica cosa che ho fatto è stata mettermi a piangere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenvet

    15 Giugno 2015 - 09:09

    E' quello che fanno costantemente i vivisettori a tante povere bestie. Spero che la signora diventi portavoce di questa infelicità.

    Report

    Rispondi

    • Megas Alexandros

      04 Settembre 2015 - 18:06

      le bestie sono bestie, le persone sono persone e lei è un mentecatto per il solo fatto di aver pensato una cosa del genere!!!

      Report

      Rispondi

blog