Cerca

Intolleranza

Regno Unito, aggressione razzista a un ragazzo veneto: "Italano di m...."

Regno Unito, aggressione razzista a un ragazzo veneto: "Italano di m...."

Paese che vai, razzismo che trovi. Che non fossimo ben visti da una certa fascia di popolazione inglese è cosa risaputa, sono stati tanti nel corso del tempo gli episodi di intolleranza verso i nostri connazionali. E spesso anche verso dei ragazzini, esattamente come in questo caso. A Liverpool, infatti, uno studente veneto di 17 anni è stato aggredito da alcuni uomini perché italiano, ed è stato ricoverato con diverse ferite al cranio.

La vicenda – L’episodio è avvenuto nei pressi di un parco pubblico della città. Il ragazzo si trovava nel Regno Unito per uno scambio culturale organizzato dal suo liceo di Valdagno, e stava tornando a casa con due amiche italiane. A un certo punto un gruppo di uomini hanno cominciato a prenderlo in giro per la sua cadenza, al grido di “Italiano di merda”. Dalle parole si è passati ben presto alla violenza fisica, e sono stati inutili i tentativi del ragazzo di allontanarsi: è stato infatti colpito in faccia da un pugno e poi alla testa da un sellino di una bicicletta. Ricoverato al pronto soccorso, gli sono stati applicati dei punti di sutura e ora la polizia sta indagando grazie alle telecamere di sorveglianza pubblica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    20 Giugno 2015 - 20:08

    mi fa piacere che il cronista abbia puntualizzato che il ragazzo è veneto, magari se fosse stato un meridionale terun l'aggressione sarebbe stata giustificata; ma prendersela con uno della pura nobile razza celtic-polenton non è ammissibile, è come dire razzismo contro razzisti, non c'è religione.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    20 Giugno 2015 - 14:02

    Questo è il risultato del nazionalismo populista che tanto successo ha riscosso fra le fasce più deboli e meno alfabetizzate della popolazione europea in questo periodo di crisi. Gli italiani vorrebbero rom e immigrati al rogo; i nordeuropei ci considerano (anche i veneti) anello di congiungimento fra popoli arabi, africani e occidentali; perciò ci disprezzano. Meditate bananas, meditate...

    Report

    Rispondi

  • mark51

    20 Giugno 2015 - 11:11

    scambi culturali con gli inglesi? mandateli a cagare evitate di andare in inghilterra io ci sono andato una volta ma nella mia vita non tornero mai piu sembrano quelli che hanno inventato il mondo e tutto il resto razza di scarafaggi

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    20 Giugno 2015 - 11:11

    Ah bene. Sapremo come comportarci con i primi inglesi che incontreremo a zonzo per le nostre città e le nostre spiagge. Sono inconfondibili. Carnagione bianco-latte con la faccia tutta rossa come chi ha il fiatone, donne obese con enormi culi cascanti, uomini effeminati, grandi denti sporgenti e gialli. I vestiti poi...rubati a uno spaventapasseri in qualche sperduta campagna albionica. L'accento? Quello di uno che parla con la lingua aggrovigliata in una spanna di spago per involtini. Continuiamo coi luoghi comuni?

    Report

    Rispondi