Cerca

Grande Fratello Usa

Spiati i presidenti francesi, incidente diplomatico con gli Stati Uniti

Spiati i presidenti francesi, incidente diplomatico con gli Stati Uniti

Gli ultimi tre presidenti francesi, insieme a diversi ministri, deputati e diplomatici, sono stati spiati dall'agenzia per la sicurezza nazionale americana (Nsa): lo sostiene il quotidiano francese Liberation, citando documenti catalogati come "Top Secret", diffusi da Wikileaks. Secondo questi dati, dal 2006 al maggio 2012 gli americani hanno spiato Jacques Chirac, Nicolas Sarkozy e l'attuale presidente Francois Hollande, all'epoca appena insediato all'Eliseo. Una notizia che ha suscitato rabbia a Parigi, che puntuale reagisce convocando l'ambasciatore americano Jane Hartley. Il governo francese denuncia l'accaduto definendolo "inaccettabile". "Francia e Stati Uniti sono spesso alleati nel mondo a favore della democrazia e della libertà. Che ci sia stata questa copertura evidentemente non è né accettabile né comprensibile", ha dichiarato il ministro portavoce del governo, Stephane Le Foll. 

Hollande ha convocato per oggi all'Eliseo una riunione urgente con i principali ministri e i più alti responsabili dell'esercito e dei servizi segreti. La Casa Bianca smentisce di spiare al momento Hollande e di volerlo fare in futuro ma non esclude di averlo fatto in passato come è emerso nel nuovo filone dell'Nsagate. "Non stiamo considerando un obiettivo e non prenderemo di mira le comunicazioni del presidente Hollande", ha detto il portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca. Dopo aver spiato il cancelliere tedesco Angela Merkel, da quando era solo leader della Cdu, nel 2000, si conferma ora che la Nsa non ha avuto alcun riguardo nell'intercettare i presidenti francesi. Uno sviluppo dell'Nsgate che conferma ulteriormente il sospetto che nessun leader o capo di Stato, tranne forse quelli della rete anglosassone di spionaggio Echelon (oltre agli Usa, Canada, Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda) sia rimasto immune al grande fratello americano.

Tra i particolari emersi dai dati pubblicati da Liberation e dal sito Mediapart l'iniziativa di Sarkozy di far partire nel giugno 2011 negoziati di pace israelo-palestinesi - come sta facendo proprio ora l'attuale ministro degli Esteri, Laurent Fabius - senza coinvolgere gli Usa e il concreto timore di Hollande di un'uscita dall'Eurozona della Grecia già a maggio nel 2012. Questi ultimi sviluppi si aggiungono alla scoperta che gli 007 tedeschi, il Bnd, faceva il doppio gioco con il proprio governo - fino a quando non si sarà dimostrato il placet di Berlino - e consentiva alla Nsa di usare la centrale di ascolto di Bad Aibling in Baviera per spiare sempre l'Eliseo e l'Ue a Bruxelles. Nei file rivelati ci sono i numeri cellulari di molti ministri e funzionari francesi, incluso quello del presidente Hollande.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    25 Giugno 2015 - 11:11

    Sono sempre stato filoamerticano perché sonosempre stato fortemente anticomunista ,ma sinceramente incominciano ad innervosirmi alquanto . Sono purtroppo schiavi della finanza ebraico -tedesca che si è rifugiata da loro per sfuggire allo psicopatico Hitler ,ma anche questa penso che debba rivedere le sue strategie che stanno diventando troppo invasive anche per l'Europa.

    Report

    Rispondi

  • OrsoYoghi

    24 Giugno 2015 - 16:04

    Davvero singolare che queti politici siano così sprovveduti , pensavo fossero più intelligenti di quelli italiani. Evidentemente si sentono tutti sicuri di loro e parlano tranquillamente al telefono (la Merkel usava un normale nokia!con una numerazione normale senza attivare protezioni . Se si fà una ricerca su google scrivendo telefonia cifrata vengono fuori diverse soluzioni, basta informarsi...

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    24 Giugno 2015 - 15:03

    Milionesima dimostrazione circa l'impossibilità di andare tutti d'accordo. La Germania condiziona anzi spadroneggia sull'Europa tutta, gli americani spiano e chiaramente influiscono più o meno pesantemente sulla Ue, la Russia entra in conflitto con entrambi che, nonostante incidenti come questo, brigano da anni per controllare il mondo intero senza rendersi conto che ormai l'Occidente é una parte in causa non più fondamentale rispetto ai c.d. colossi asiatici. L'unione europea presto imploderá tornando a dividersi tra est e ovest e all'Italia toccherà decidere se stare con i russi, gente all'antica che mal digerisce certi presunti diritti di omosessuali e clandestini ma che dispone di enormi risorse naturali che sa dispensare con generosità oppure col blocco Usa-Germania, potenza bancaria i cui fini non mi sono ancora del tutto chiari.

    Report

    Rispondi

blog