Cerca

La vendetta di Putin

Russia, prorogato per un anno l'embargo verso i prodotti agricoli dell'Europa

Russia, prorogato per un anno l'embargo verso i prodotti agricoli dell'Europa

La vendetta di Vladimir Putin contro le sanzioni europee è arrivata. La Russia ha infatti approvato l’elenco dei prodotti colpiti dalle contro-sanzioni verso i Paesi che hanno varato misure punitive per via della crisi ucraina. Ad annunciarlo è stato lo stesso premier russo Dmitri Medvedev: “Ho firmato un decreto governativo sui beni che saranno soggetti all’embargo delle importazioni fino al 5 agosto del prossimo anno”, spiegando che la lista è rimata pressoché invariata rispetto a quella adottata nel 2014 contro l import agroalimentare: carne, pesce, vegetali e latticini.

Contromisure – L’estensione delle contro-sanzioni fino al 5 agosto 2016 era stato deciso ieri dal presidente Putin, che ha poi incaricato Medvedev di formalizzare la proroga. Il capo del governo russo ha voluto sottolineare che il provvedimento è di tipo economico e non politico.  Sono i nostri agricoltori a chiederci di mantenere l’embargo alimentare più a lungo possibile, ha detto il premier, ricordando che al di là dell’impennata dell’inflazione, le restrizioni all’import e il sostegno mirato dello Stato al settore ha permesso all’industria agroalimentare nazionale di sviluppassi molto rapidamente. Ieri il ministro dell’Agricoltura, Aleksandr Tkachev, ha poi detto che la Russia potrebbe vietare l’import di  fiori, conserve di pesce, pasticceria e cioccolata, misura che colpirebbe soprattutto Olanda e Germania.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lallo11

    28 Luglio 2015 - 21:09

    Putin, blocca anche l'import di automobili, così anche i krukki caleranno le brache quando non venderanno più le loro Mercedes, BMW e Audi. Falli schiattare!!

    Report

    Rispondi

blog