Cerca

Fuggitivi

Francia, attentato a Lione: arrestati due jihadisti. Uno era stato seguito per 2 anni dai servizi segreti

Francia, attentato a Lione: arrestati due jihadisti. Uno era stato seguito per 2 anni dai servizi segreti

Dopo una mattinata di ricerche sono stati bloccati i due presunti attentatori jihadisti responsabili dell'attentato a un impianto di gas di Saint-Quentin Fallavier, vicino a Lione, dove un uomo è stato brutalmente decapitato. L'uomo accusato di aver decapitato la vittima (il gestore di una compagnia di trasporti che si trovava lì per una consegna) viene identificato come Yassim Salih, di circa 30 anni, già schedato per radicalizzazione nel 2006, misura non rinnovata nel 2008 come precisato dal ministro Cazeneuve. "C'erano segnali nelle ultime settimane di un possibile attentato di questa natura sul territorio nazionale", hanno spiegato fonti dell'interno. E' stata fermata dalla polizia anche la moglie di Salih, senza accuse specifiche. La scelta della vittima non sarebbe stata casuale, fonti ufficiali fanno sapere che il manager della compagnia dei trasporti sarebbe stato il capo reparto di Yassim Salih.

Arrestato anche "l'autista" - Dopo qualche ora è stato arrestato anche il secondo attentatore, nella sua casa di Saint-Quentin-Fallavier. Sono ancora in corso delle perquisizioni. Il secondo arrestato sarebbe il conducente della vettura che ha speronato i serbatoi di gas dell'impianto nel tentativo di farlo saltare in aria. L'uomo sarebbe stato visto stamattina fare più volte avanti e indietro davanti alla fabbrica a bordo di un'auto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog