Cerca

A Sousse

Tunisia, attentato contro i turisti in spiaggia, è strage: 30 morti a colpi di kalashnikov e granate

Tunisia, attentato contro i turisti in spiaggia, è strage: 30 morti a colpi di kalashnikov e granate

Dopo l'attentato al museo del Bardo a Tunisi dello scorso marzo, un nuovo attacco sconvolge il Paese islamico che fino a poche settimane fa era considerato tra i più sicuri e stabili. A poche ore dalla prima decapitazione targata Isis in Europa, a Sousse, località turistica nel sud della Tunisia, un commando ha fatto irruzione in due resort affollati di turisti occidentali. Secondo quanto riferisce la radio locale Mosaique FM, ripresa anche dal network televisivo Al Arabiya, gli uomini armati di kalashnikov e bombe a mano sono arrivati dal mare su un gommone e hanno quindi attaccato l’hotel Imperial Merhaba e l'hotel Soviva, nella zona turistica di Kentaoui.

La vicenda - Secondo un portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Mohamed Ali Aroui, una sparatoria tra le forze di sicurezza tunisine e i terroristi ha fatto seguito all'attacco. Secondo fonti della sicurezza locale citate dalla stessa emittente, uno dei terroristi è stato ucciso quasi subito mentre un secondo uomo è stato catturato dopo un prolungato scontro a fuoco. Al momento si stanno ancora cercando altri eventuali responsabili, diverse testimonianze hanno infatto riferito di cinque uomini. Le vittime sarebbero almeno 30, quasi tutti turisti, e almeno 36 i feriti. L'unità di crisi della Farnesina è al lavoro per verificare l'eventuale presenza di italiani, mentre sembrerebbe accertata la presenza di tedeschi e inglesi tra le vittime, secondo quanto riporta il ministero dell'Interno tunisino.

Sousse, situata sulla costa centro-orientale tunisina, è capoluogo del governatorato omonimo, terza città tunisina per popolazione, uno dei poli turistici pIù importanti del Paese e la sua Medina è stato inserito nel Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Floriana54

    Floriana54

    28 Giugno 2015 - 16:04

    E se questi fanatici decidessero di attaccare gli oleodotti, noi italiani come ci troveremmo?

    Report

    Rispondi

  • Renee59

    27 Giugno 2015 - 09:09

    E questi sarebbero combattenti? Sono solo capaci di prendersela con donne, bambini e gente disarmata.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    26 Giugno 2015 - 23:11

    Bisogna iniziare senza indugi la mattanza di tutti questi pezzenti che ormai infestano il nostro narcotizzato paese, grazie a quei due imbecilli comunisti di Renzi e Alfango, prima che siano essi a far piangere noi....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    26 Giugno 2015 - 23:11

    La smettano questi zozzoni depravati di avanzar pretese ! In casa loro si rompano il culo come vogliono ma abbiano il decoro di rispettare i diritti e il decoro della maggioranza dei cittadini normali....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog