Cerca

Minaccia islamica

Isis, l'allarme dei servizi segreti britannici: "Rischio di nuovi attacchi ai resort tunisini"

Isis, l'allarme dei servizi segreti britannici: "Rischio di nuovi attacchi ai resort tunisini"

Nell'ultima strage tunisina firmata dall'Isis, il tributo di sangue più alto lo ha pagato la Gran Bretagna: 15 morti, secondo fonti governative addirittura trenta. Una tragedia, proprio nei giorni in cui il Regno Unito si prepara a commemorare la strage di Londra del 2005, e pochi giorni dopo aver sventato un nuovo attacco proprio nella capitale. Ed è in questo contesto che arriva l'ultimo allarme del Foreign Office di Sua Maestà, che ha aggiornato i livelli di rischio per i viaggiatori. I servizi segreti spiegano che il rischio viene "da individui noti alle autorità e le cui azioni sono ispirate da gruppi terroristici attraverso i social network". Dunque l'invito ai turisti ad essere "particolarmente vigili e seguire le indicazioni delle autorità tunisine e dei tour operator". Il governo britannico, inoltre, ha inviato un team di esperti anti-terrorismo in Tunisia, perché sempre secondo i servizi segreti i resort tunisini rischiano un nuovo attacco terroristico. Oltre ai pericoli all'estero, un avviso sui pericoli che i britannici corrono in patria. A parlare dell'emergenza Isis è Theresa May, ministro degli Interni, che ammette che la minaccia è elevata: 40 attentati nell'ultimo decennio, incluso un numero non precisato negli ultimi mesi, e il rischio crescente di radicalizzazione di giovani musulmani. "La minaccia - spiega May - si è diversificata, oggi non dobbiamo più guardare soltanto al gruppo che prepara un attentato per un periodo lungo, ma anche ad un'azione spontanea del cosiddetto lupo solitario".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    30 Giugno 2015 - 08:08

    geniale, ma come hanno fatto a capirlo!!

    Report

    Rispondi

    • allianz

      17 Agosto 2015 - 18:06

      Lo hanno letto sulla Cabala.

      Report

      Rispondi

blog