Cerca

La vendetta

Giappone, l'ex prostituta querela lo Stato: "Ero la schiava sessuale dei militari, voglio 20 milioni"

Giappone, l'ex prostituta querela lo Stato: "Ero la schiava sessuale dei militari, voglio 20 milioni"

Il Giappone è famoso per le sue meraviglie naturali, per la sua cultura, per le sue tradizioni, per il mito dei samurai ma anche per le geishe. Le bellissime donne che hanno il compito di intrattenere le persone sfoggiando varie arti. Lee Ok, adesso è una arzilla 87enne, ma in passato ha dovuto intrattenere e soddisfare parecchi uomini. Un passato burrascoso, che viene ricostruito sul blog Sregolati, e che l'ha portata alla tenera età di 15 anni a vivere in un bordello militare con il solo scopo di avere rapporti sessuali con i soldati. "Ho s....o con 50 soldati giapponesi al giorno. Mi hanno preso a calci e picchiato … ed i miei figli si vergognano ancora di me", si è lamentata la signora, che ora ha deciso di presentare il conto alla sua amata nazione. La donna ha citato in giudizio il Giappone per 16 milioni di sterline, quasi 20 milioni di euro, per essere risarcita delle barbarie a cui è stata sottoposta. Nella stessa situazione ci sono altre undici 'donne di conforto', delle vere e proprie schiave del sesso che dovevano ubbidire ai militari impegnati durante la Seconda Guerra Mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    03 Luglio 2015 - 17:05

    sono pure pochi, alza la posta

    Report

    Rispondi

  • Pugile

    03 Luglio 2015 - 12:12

    Chiedesse il risarcimento alla famiglia imperiale, mantenuta al potere anche dopo la catastrofe in cui hanno trascinato il Giappone con la seconda guerra mondiale.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    03 Luglio 2015 - 11:11

    Ha /hanno ragione. Una vergogna umana.

    Report

    Rispondi

blog