Cerca

Nuova Dehli

Marò, ennesimo rinvio del processo

I due marò

I due marò

Ennesimo rinvio del processo ai nostri marò. A più di tre anni dai fatti di cui sono accusati Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (l'uccisione di due marinai indiani mentre erano in missione a protezione di una petroliera italiana in acque invase dai pirati) la Corte suprema indiana ha spostato al 4 agosto l'esame del ricorso presentato dai due militari contro l'affidamento delle indagini all'agenzia anti terrorismo (Nia) di Nuova Dehli. 

Per i due fucilieri di marina, per i quali il 26 giugno il governo italiano ha fatto ricorso all'arbitrato internazionale all'Aja, si tratta dell'ennesimo rinvio dopo il precedente al 14 luglio, che seguiva all'udienza fissata e mai tenuta il 7 luglio, dopo la lunga pausa estiva dei lavori dei tribunali indiani, iniziata a fine aprile. Il tutto mentre fra 10 giorni, il 14 luglio scadrà il secondo rinnovo della licenza in Italia per motivi di salute concessa a Massimiliano Latorre. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    10 Luglio 2015 - 18:06

    Massimiliano Latorre deve restare in Italia. E quei bastardi di Indiani presenti sul territorio vanno cacciati dal paese Italia. Questo è un segnale che bisogna dare alla "democrazia Indiana"

    Report

    Rispondi

  • perigo

    perigo

    04 Luglio 2015 - 18:06

    Se fanno tornare ancora una volta Latorre in India, sarebbe quella sì un'umiliazione che sia il marò che il nostro Paese non meriterebbero.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    04 Luglio 2015 - 16:04

    forse l'amicizia tra Berlusconi e Putin potrebbe sbrogliare la matassa dei due marò, in cambio della revoca delle sanzioni alla Russia da parte dell'Italia. L'India essendo incorporata nella Banca Brics insieme alla Russia, Putin potrebbe intervenire in India a favore dei marò.

    Report

    Rispondi

  • honhil

    04 Luglio 2015 - 11:11

    L’Italia avrebbe mille modi diversi di mettere sotto pressione l’India,e tutti molto persuasivi, ma non lo fa. Perché? Perché Monti e Letta (e Renzi è sulla stessa via) si sono disinteressati dei due militari? Perché Napolitano se ne è lavato le mani? Perché Mattarella non fa né dice una parola, in merito? Perché le Istituzioni scaricano la loro oceanica indifferenza sulle famiglie dei Marò?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog