Cerca

All'Eurosummit

Grecia, la trattativa per salvare Atene e l'euro. Alexis Tsipras ai leader Ue: "Accetto le vostre proposte, ma in pubblico diciamo che..."

Grecia, la trattativa per salvare Atene e l'euro. Alexis Tsipras ai leader Ue: "Accetto le vostre proposte, ma in pubblico diciamo che..."

Cinque giorni per salvare la Grecia, l'Eurozona e l'Europa. Le trattative disperate tra Atene, Berlino e Bruxelles rimbalzano in un clima di ottimismo cauto e depressione profonda, perché la sfiducia intorno al premier ellenico Alexis Tsipras è ormai radicatissima anche tra le colombe, quelli cioè che vogliono evitare lo scenario nerissimo della Grexit

Cosa ha detto Tsipras - Tutto gira, in fondo, intorno a una frase che Tsipras avrebbe detto secondo quanto riporta Repubblica ai membri del Consiglio europeo, alle 19 di martedì: "Io accetto le vostre proposte con qualche modifica per vendere al Parlamento e all'opinione pubblica, però in pubblico diremo che voi avete accettato il mio piano con qualche limatura". Bocche aperte tra chi l'ascoltava, perché l'uscita del premier dimostra ancora una volta la debolezza politica del leader di Syriza, che ha utilizzato il referendum di domenica per blindarsi le spalle in patria facendosi però terra bruciata all'estero. Dall'altra parte, infatti, Angela Merkel è più debole internamente (nella Cdu la considerano troppo morbida con la Grecia, tra i socialdemocratici la relegano tra i falchi) e per questo si dimostra intransigente sullo scenario europeo. 

Zero proposte, tanti soldi - Tsipras e il suo neoministro dell'economia Tsakalotos si sono presentati a Bruxelles senza un piano d'azione, chiedendo in compenso 7 miliardi di euro di aiuti, subito, per far fronte alle casse vuote. "Segno di disponibilità, siamo aperti alle vostre proposte", hanno spiegato dallo staff greco. La mossa però non è piaciuta affatto ai vertici europei, che speravano in una accelerazione e invece si ritrovano di nuovo un interlocutore con l'acqua alla gola ma che pare non saper far altro che tergiversare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gianluigi2015

    09 Luglio 2015 - 00:12

    è incredibile che Tsipras, degno rappresentante di un popolo cialtrone e senza dignità, insulti i fessi creditori che hanno permesso ai greci di fare la bella vita a scrocco

    Report

    Rispondi

  • arwen

    08 Luglio 2015 - 14:02

    Vorrei far notare che gli stessi ipocriti che dal palco dell'euro parlamento chiedono a Tsipras di far pagare le tasse a quel 10% di Greci ricchi e agli armatori, la crisi, sono poi pronti ad accoglierli nei loro rispettivi paesei, trasformati, al momento, in paradisi fiscali. Questa europa è fallita......

    Report

    Rispondi

  • dellaperutaantonio

    08 Luglio 2015 - 12:12

    Ma su quale "Repubblica" avete letto queste fantasie? io non ne trovo traccia.Siete guidati dai soliti bassi interessi di bottega!

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    08 Luglio 2015 - 10:10

    La sinistra si è appropriata del filantropismo cattolico per dar da intendere di essere quella che ha più a cuore il diritto umano, ma nella realtà lavora alla realizzazione di demografie a bassissimo consumo per creare una psicologia sociale invidiosa, adeguata al Marxismo. Importa migranti poiché sa che rimarranno e avranno un giorno il diritto di voto e rimpungueranno il suo bacino elettorale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog