Cerca

Eurogruppo

Ultimatum alla Grecia: tre giorni per le riforme

Ultimatum alla Grecia: tre giorni per le riforme

Un ultimatum di tre giorni. Fino a Mercoledì. E' questo il tempo che l'Eurogruppo ha concesso alla Grecia per approvare una serie di riforme indispensabili alla concessione di un altro grande prestito. Nel documento si sottolinea la necessità che il Parlamento approvi le riforme nei tempi più rapidi possibili e si ipotizza in cambio un prestito tra gli 82 e gli 86 miliardi di euro. La Grecia dovrebbe garantire questo prestito tramite la creazione di un fondo nel quale far confluire una serie di beni del Paese. Una specie di ipoteca qualora ancora il Paese non dovesse poi essere in grado di restituire il nuovo prestito. L'ammontare di questo fondo, nel quale potrebbero rientrare beni del demanio, ma anche monumenti o isole, dovrebbe essere intorno ai 50 miliardi di euro. Il documento sottolinea anche come, in caso di mancata approvazione delle riforme, non resti altra possibilità che la Grexit.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luciana c.

    12 Luglio 2015 - 22:10

    che la Merkel vada a farsi un brodino, forse smaltisce la sbornia hitgermanica. Lei fa gli interessi tedeschi? perché non devono fare lo stesso Italia, Spagna, Francia, Svezia etc...? ma, a questo punto, a cosa serve questa fantomatica Unione Europea???

    Report

    Rispondi

  • gio52

    12 Luglio 2015 - 20:08

    Molti danno la colpa all' euro per la crisi economica . Senza euro pensate, forse, che si potrebbe vivere al di sopra di quanto possa permettere l' economia di un paese ? ( se guadagno 1000 non potro' spendere 1500 se non prendendoli da altri o rubandoli ) Senza euro nessuno avrebbe dato alla grecia la montagna di miliardi che ha ricevuto fino ad ora Fallita oggi o aiutata per sempre !

    Report

    Rispondi

  • arsan

    12 Luglio 2015 - 19:07

    Che squallore ascoltare ed assistere ai resoconti dei servizi radiotelevisivisulle sulle riunioni dell'eurozona sulla crisi finanziaria greca. Viene spontaneo chiedersi ma perché dobbiamo convivere con questa maledetta moneta ed in questo schifoso goulag che rappresenta oggi l'UE? Più la vicenda va anvanti e più ci convinciamo che bisogna mettere uno Stop alla tirannia tedesca. L'intervento dello

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    12 Luglio 2015 - 19:07

    Ragazzi qui non si scherza! Questa è un'umiliazione epocale, che rischia di annichilire la Grecia per mezzo secolo e spingere due terzi della sua gente sui barconi... Speriamo che le cose si risolvano in maniera meno drammatica! Nel caso toccasse pure all'Italia credo opportuno cautelarsi... propongo la cessione del Vaticano...

    Report

    Rispondi

blog