Cerca

A Cuba

Strauss-Kahn arriva alla corte di Raul Castro, l'economo che ama divertirsi verso nuove frontiere

Strauss-Kahn arriva alla corte di Raul Castro, l'economo che ama divertirsi verso nuove frontiere

Uscito immacolato dalle accuse di sfruttamento della prostituzione che gli avevano insozzato la reputazione e frenato la corsa all'Eliseo, Dominique Strauss-Kahn, ex numero uno del Fondo monetario internazionale, torna alla ribalta come consulente economico di Raul Castro a Cuba. La sua nuova missione sarà indicare la retta via che l'isola comunista, ora che Cuba si ritrova di nuovo collegata con l'economia globale grazie alla fine dell'embargo americano.

Abile professionista - Nonostante la valanga di fango che gli sono piombati addosso ad ogni scandalo, prima l'accusa di stupro su una cameriera a New York che lo hanno costretto alle dimissioni dall'Fmi nel 2011, poi la bufera sugli incontri libertini con le escort due anni fa, Strauss-Kahn è riuscito a mantenere solida la propria reputazione almeno da economista. Finora i guai sono sempre arrivati per il rapporto complicato con le donne, per i più morboso e ossessivo, per lui squisitamente libertino e utile. Le orge con le escort nell'hotel di Ille, infatti, gli servivano - diceva - soprattutto per scaricare la tensione.

Nuove frontiere - Chissà come scaricano lo stress Raul e Fidel Castro a Cuba. È notorio che l'isola, con le città di Santiago de Cuba, Havana e Camaguey, sia meta ambita per vacanze alternative, di puro relax per uomini d'affari stressati dalla frenetica quotidianità. D'altra parte fare il consigliere economo per un governo comunista al primo disgelo nei confronti degli Stati Uniti, dev'essere certamente impegnativo da sostenere. Povero Dominique, c'è da sperare che alloggi nell'hotel giusto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog