Cerca

Rivoluzionaria

Annarita Amoroso, la neolaureata che sfida la cancelliera tedesca Angela Merkel

Annarita Amoroso, la neolaureata che sfida la cancelliera tedesca Angela Merkel

Si è appena laureata ma nonostante la giovane età non si lascia intimidire da nessuno, nemmeno dalla Cancelliera Merkel. Annarita Amoroso, la 27enne di Ercolano, ha deciso di sfidare la politica tedesca e la sua manovra economica. L'ultima trovata di Angela riguarda una nuova tassa sui pedaggi autostradali per gli stranieri. L'intenzione è quella di ricavare una cifra intorno ai 500 milioni di euro per riempire le casse del governo. Come riporta il sito Metropolisweb.it una volta letta la riforma, Annarita ha deciso di approfondire la questione per trovare una soluzione. La giovane neolaureata in Scienze Politiche ha raccontato: "E’ iniziato tutto per gioco. Ho letto di questa scelta, mi sono documentata e ho deciso di intervenire".

Supportata dall'UE - Aiutata dalla legge, ha lanciato una petizione che è arrivata fino alla Commissione Europea: "L’abuso è quello di posizione dominante da parte della Germania e la violazione degli articoli 18, 26, 102 e 120 del Tfue del divieto di discriminazione fondato sulla nazionalità applicato alla libera circolazione delle persone e delle merci.  La commissione ha avviato l’esame della petizione e ha deciso di svolgere un’indagine preliminare sui vari aspetti del problema". Annarita a questo punto si schiera tra le fila nemiche (abbastanza popolate) della cancelliera, appoggiata anche dal sostegno della commissaria ai trasporti dell'Unione Europea, Violeta Bulc: "Un sistema di pedaggio può essere in linea con la legislazione europea solo se rispetta il principio fondamentale di non discriminazione. Abbiamo seri dubbi che sia così, alla luce dei testi di legge. Vogliamo, quindi, agire rapidamente attraverso una procedura di infrazione per chiarire i nostri dubbi nell'interesse dei cittadini europei". Si preannunciano tempi duri per la Germania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lafricano

    22 Luglio 2015 - 07:07

    Brava ragazza mostra la vera faccia deli Italiani.

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    21 Luglio 2015 - 19:07

    adesso a farne le spese la Merkel sculaccera`di nuovo il Pinocchio toscano.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    21 Luglio 2015 - 18:06

    Non pubblicate nemmeno queste notizie, rischiate solo di mettere in ridicolo e sputtanare una povera ragazza neolaureata che si deve ancora costruire il futuro...

    Report

    Rispondi

  • cabass

    21 Luglio 2015 - 18:06

    Già parte con il piede sbagliato... Non sarebbe una discriminazione per nazionalità, ma per targa del veicolo e quindi lecita. Chiunque, anche fuori dalla Germania (vedi i casi dei leasing), può ottenere una targa tedesca e non pagare. L'esenzione dal pedaggio può quindi essere giustificata dal fatto che già si paga il bollo auto tedesco, comprensivo del contributo per le autostrade.

    Report

    Rispondi

    • antoniofasano

      21 Luglio 2015 - 21:09

      Infatti è previsto proprio questo.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog