Cerca

In Turchia

Operazione della polizia turca contro Isis, curdi e comunisti: 251 arresti, un morto

Operazione della polizia turca contro Isis, curdi e comunisti: 251 arresti, un morto

Questa mattina la Turchia ha effettuato un'operazione in tredici province del paese contro l'Isis, ma anche contro i curdi e organizzazioni comuniste. Sono state arrestate 251 persone, e a quanto riferisce la polizia di Istanbul durante uno scontro a fuoco nel quartiere di Bagacilar (uno di quelli a maggiore infiltrazione del Califfato) è stato ucciso un ragazzo mentre stava fabbricando una bomba del tipo utilizzato negli attacchi kamikaze. Il giovane è stato identificato con solo le iniziali, G.O., e faceva parte dell’DHKP-C, un’organizzazione comunista attiva già dagli anni Ottanta. Questa forza eversiva è responsabile dell'attentato del 2013 davanti all’Ambasciata americana ad Ankara (morirono due persone), ma del sequestro del giudice Mehemt Selim Kiraz, nello scorso marzo. Il magistrato rimase ucciso durante le operazioni delle forze speciali turche per liberarlo. Per le operazioni di questa mattina,lo stato turco ha ufficialmente parlato di azione contro lo Stato islamico e il Pkk, condotta previa autorizzazione del Consiglio dei Ministri. L'operazione ha richiesto l'impiego di più di 5mila poliziotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • erregalbiati

    24 Luglio 2015 - 16:04

    I turchi non cambieranno ma. Il loro vero obbiettivo sono i Curdi, l'Isis serve solo a confondere le idee a chi non le ha. La Turchia NON si schiererà mai contro Isis. Sanno che l'Isis si può distruggere in una settimana, se solo si volesse fare!

    Report

    Rispondi

blog