Cerca

Ancora paura

Francia, attentato sul treno Thalys: tre feriti. Chi era il 26enne terrorista marocchino

Francia, attentato sul treno Thalys: tre feriti. Chi era il 26enne terrorista marocchino

Poteva essere una strage, di sicuro è stato un attacco terroristico. La Francia ripiomba nell'incubo: un 26enne di origine marocchina è salito su un treno Thalys ad alta velocità tra Amsterdam e Parigi aprendo il fuoco sui passeggeri con un kalashnikov. Il bilancio è fortunatamente meno grave di quanto avrebbe potuto essere: tre feriti, di cui due gravi. Il merito è tutto di due passeggeri americani a bordo, due Marines, che non hanno esitato a gettarsi sul giovane attentatore immobilizzandolo nonostante le ferite riportate. Il nordafricano è stato poi arrestato alla stazione di Arras.

Marocchino seguito dagli 007 - Il terrorista, riferisce Christophe Piednoel, portavoce delle ferrovie francesi SNCF, "aveva armi automatiche e coltelli ed è stato fermato dai passeggeri. Tra le tre persone rimaste ferite ci sarebbero anche un cittadino americano e un britannico". Secondo il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve, il marocchino ha agito con "violenza barbara". Restano ancora una volta grandi ombre sull'operato dei servizi segreti francesi: Ayoub El Qahzzani, questo il nome dell'attentatore, era noto agli 007 di Parigi e anche a quelli del Belgio e schedato per i suoi rapporti con l'Islam radicale.

Un "lupo solitario" - Seguito, dunque, come tutti i killer che hanno insanguinato la Francia in questo 2015, dagli stragisti di Charlie Hebdo al taglia-teste di Lione. La fortuna ha voluto che questa volta a bordo del treno ci fossero due Marines. Residente in Francia fino al 2014, poi un viaggio in Siria a combattere e addestrarsi con l'Isis, quindi di nuovo in Francia. Avrebbe avuto contatti con la cellula jihadista in Belgio legata agli attentati di Verviers, vicino a Liegi, al centro della sparatoria dello scorso gennaio. Un "terrorista di ritorno", un "lupo solitario". Si chiama così, da qualche mese, la grande paura della Francia e dell'Europa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    23 Agosto 2015 - 08:08

    Lupo solitario ? Le solite bischerate tese a minimizzare. E' un membro dell'ISIS.

    Report

    Rispondi

  • jackie

    jackie

    22 Agosto 2015 - 13:01

    I governi fantoccio di tutta Europa non proteggono i loro cittadini deportando per tempo tutti gli schedati e impedendo ad ulteriori profughi di raggiungere il continente. Questi governi servi di Bruxelles, dell'America e dei potentati economici vanno abbattuti uno ad uno e vanno istituite vere democrazie popolari.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    22 Agosto 2015 - 12:12

    Ayoub El Qahzzani, noto agli 007 di Parigi e anche a quelli del Belgio e schedato per i suoi rapporti con l'Islam radicale. Nel frattempo andava e veniva dalla Siria: dove erano i cosiddetti 007? A che serve che sia schedato, quando si sposta a proprio piacimento senza che i servizi di sicurezza se ne accorgano? E meno male che era "un lupo solitario"! La nostra incolumità nelle mani di incapaci

    Report

    Rispondi

  • oldpeterjazz

    22 Agosto 2015 - 12:12

    Sentiamo cosa avrà da dire al riguardo l'onorevole Ciukino

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog