Cerca

Il racconto

Francia, la denuncia dell'attore Jean-Hughes Anglade a bordo del treno Thalys: "Il personale ci ha abbandonato"

Terrorismo in Francia, i servizi segreti di Parigi peggiori di quelli italiani?

Da una parte l'eroismo di tre passeggeri a bordo del Tgv scenario dell'attacco terroristico con un 26enne islamico armato di kalashnikiv, dall'altro la codardia spudorata del personale di bordo che si è blindato in un vagone di servizio. A raccontare la scenetta pietosa degli Schettino francesi è l'attore Jean-Hughes Anglade, popolarissimo in Francia soprattutto dopo la sua interpretazione da protagonista con Beatrice Dalle nel film Betty Blue. Era sul treno Thalys Amsterdam-Parigi lo scorso venerdì, con lui c'erano la compagna e i due figli, è anche rimasto ferito a una mano, ma soprattutto è rimasto sconcertato dalla reazione di chi avrebbe dovuto pensare ai propri passeggeri oltre che a se stessi: "All'improvviso - racconta l'attore - alcuni uomini del personale del treno si sono messi a correre nel corridoio. Andavano verso la vettura motrice, il loro vagone di lavoro. L'hanno aperto con una chiave speciale e poi si sono chiusi dentro. Il terrorista era a qualche decina di metri da noi, nella vettura 12. Noi stavamo nella 11, l'ultima. Ho pensato che era la fine - ricorda - che stavamo per morire, eravamo in trappola. Cercavamo tutti una via d'uscita, io ho rotto il vetro per azionare l'allarme e fermare il treno, il vetro mi ha tagliato il dito medio fino all'osso, poi i motori hanno rallentato. Ma noi restavamo bloccati dentro, appiccicati l'uno all'altro contro la porta metallica della vettura motrice". A nulla sono servite le urla disperate e le richieste di aiuto al personale: "Picchiavamo sopra la porta, gridavamo al personale di lasciarci entrare, urlavamo 'aprite!', volevamo che reagissero! Niente da fare, nessuno ci ha risposto. Silenzio. Questo abbandono, questa solitudine, sono stati terribili - riporta da Paris Match il Corriere della Sera - sono stati terribili. Per noi è stato qualcosa di inumano". La compagnia ha provato a difendersi, raccontando che il personale ha trovato riparo nel vagone di servizio con alcuni passeggeri dopo che un funzionario Thalys si è sentito sfiorare da una pallottola. Quando poi il treno si è fermato, il funzionario ha raggiunto la testa del treno per avvertire il conduttore: "Si è comportato secondo il regolamento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gescon

    23 Agosto 2015 - 13:01

    .... quando si parla di senso civico del dipendente pubblico ....!

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    23 Agosto 2015 - 13:01

    Gli americani sono gli unici che sanno fare il lavoro sporco...gli europei sono solo delle checche vendute all'ISLAM per un po' di uccello arabo !

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    23 Agosto 2015 - 10:10

    Noi viviamo di regolamenti, loro sparano ed ammazzano. Immagino che in USA avrebbero fatto secco il delinquente senza pensarci due volte nè a chi fosse nè al colore della pelle. Ma qui siamo in europa e ci dobbiamo sorbire tutti i cagasotto ligi alle tegole più cretine che la mente umana possa partorire.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    23 Agosto 2015 - 10:10

    La Storia si ripete.. Popolo francese salvato da ragazzi americanim

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog