Cerca

Musulmani con la bomba

Il Pakistan presto sarà la terza potenza atomica del mondo

Il Pakistan presto sarà la terza potenza atomica del mondo

C'è allarme diffuso, nonostante le rassicurazioni di Obama e dei soliti buonisti, per il via libera che l'Iran ha ricevuto nelle scorse settimane, sul programma di sviluppo nucleare per scopi civili. Ma poche migliaia di chilometri ad est di Teheran c'è un altro paese musulmano che le bombe atomiche le ha già da anni e che ne continua la realizzazione ad un ritmo vertiginoso.

E' il Pakistan, che potrebbe presto diventare la terza potenza nucleare del mondo dopo Stati Uniti e Russia. È quanto riferisce il quotidiano inglese Financial Times citando lo studio di due esperti del think-tank Carnegie Endowment for International Peace.
I diplomatici occidentali che seguono la materia ritengono che l' India (che ha ottenuto l' atomica nel 1974) abbia attualmente un' arsenale di cento testate mentre il Pakistan (che ha la bomba dal 1998) ne possegga 120. Sono numeri che ne fanno - al momento - il sesto arsenale dietro Stati Uniti, Russia, Francia, Cina e Gran Bretagna. Islamabad ha sempre sostenuto di essere stata costretta ad ottenere la bomba per contrastare il deterrente indiano, sostenendo che invece New Delhi ha l' atomica come una sorta di status symbol per essere accreditata come grande potenza. Ma il programma nucleare pakistano ha avuto più lati oscuri di quello di Teheran, con il padre dell' atomica di Islamabad, Abdul Qadeer Khan arrestato nel 2004 per aver venduto la tecnologia per l' atomica a Iran, Libia e Corea del Nord. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    29 Agosto 2015 - 14:02

    Pakistan potenza nucleare. Grazie alla criminale inettitudine, ma soprattutto connivenza, del negro filo-islamico Barak Hussein. USA, da faro della civiltà nel mondo (ciò che ci hanno sempre fatto credere) a Paese succube di un bastardo black-liberal, pacifista arcobaleno. Per costui un inferno tutto speciale, perché colpevole di mettere a repentaglio la nostra stessa sopravvivenza.

    Report

    Rispondi

    • Pinkalikoi

      29 Agosto 2015 - 18:06

      Va bene voler piegare la realtà ai propri desiderata, ma non bisogna esagerare: Il Pakistan avviò il proprio progetto di armamento nucleare, in risposta all'analogo progetto indiano, nel 1972, sotto l'impulso del presidente Z.A. Bhutto. All'epoca Barak Obama aveva 11 anni, dubito fortemente che il programma nucleare pakistano si sia sviluppato per la connivenza di Obama come dice lei.

      Report

      Rispondi

  • brontolo1

    29 Agosto 2015 - 13:01

    e poi tra i rifugiati in marcia nei balcani ci sono pure pakistani!

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    29 Agosto 2015 - 13:01

    Il Pakistan fabbrica 20 atomiche/anno e anche nelle Marche arrivano migranti da lì i quali, non essendo in guerra dovrebbero subito essere respinti.

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    29 Agosto 2015 - 13:01

    sapete quanti pakistani vengono in italia ... con quei soldi lo stato pakistano non potrebbe mantenerseli ...invece di dissanguarsi per le atomiche

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog