Cerca

L'intervista (immaginaria)

Donald Trump: "Io razzista? No, produrrò la pistola che non spara ai bianchi"

Donald Trump: "Io razzista? No, produrrò la pistola che non spara ai bianchi"

Da LiberoVeleno, l'inserto satirico ogni domenica su Libero.

Siamo riusciti ad ottenere un'intervista con Donald Trump, il supermiliardario che sta facendo gridare "Aita! Se vince questo sono razzi amari!" a tutte le categorie che Obama tutela. Scopo, capire se il peggio che si dice su di lui sia vero. Non ci è parso affatto. 

Donald, la ringraziamo per l'onore concessoci.  
"Please, don't use this lei...". 
Allora non è vero che tu sei misogino. 
"Don't use the lei perché devi darmi del voi! You women, voi donne, non capite mai niente, porco zio Tom! Hai le tue cose, eh?". 
In effetti, sì... Donald, quali sono le Vostre intenzioni nel caso di vittoria alle primarie e poi alla guida dell'America? Per l'integrazione razziale cosa intendere fare?
"Ispirandomi al vostro Little Cross, Crocetta, ho già predisposto un racial whitening...". 
Dei denti? Giusto, è importante un sorriso bianco! 
"What the fuck dici?, cretina! Il mio racial whitening consisterà nello sbiancamento non anale ma facciale e corporale per tutti i non bianchi. Il bianco è il colore che sta meglio col verde dei dollari. Non il marrone, che fa Casa nella prateria. Non er giallo, che fa costume de Arlecchino. Io voglio RIFARE l'America great again, grande ancora, grande com'è stata in the past". 
Nella pasta? 
"Oh Cristo Dio, chi è questa rincoglionita? Vojo rifa' l'America grande come in the past, ner passato, quindi ripristinare lo schiavismo nero nei campi di cotone. Campi di cotone organico, come dite voi, biologico". 
Ah, volete essere eco friendly? È dunque falso che il riscaldamento globale vi piace? 
"Ahahahah! Ma che fuck me ne frega dell'eco friendly, io se voglio mi rifaccio una Terra tutta mia nella galassia che me dice er cervello in quel momento! Organic cotton perché se po' vende a molto de più a quei rincojoniti fissati con l'organic, quei putridi vili che nun c'hanno manco er coraggio de ammazza' un parassita cor veleno chimico. Gente inutile, morti di fame nell'animo. I hate, io detesto i morti di fame". 
Bene... E poi? 
"And then the Trump Wall, il Muro di Trump che farà sembrare quello che fu a Berlino o la Muraglia Cinese due porte a soffietto. Poi, Cuba straccio subito accordi, cazzi e mazzi, giusto co' Obama potevano infila' er piede ne la porta chiusa. Io gliela risprango. Pure i sigari rifaccio. I Culoni, altro che i Cubani. Se le magnassero i cubani le foje de tabacco non made in Usa. Culoni, sì, I like it, me piace. È importante ricordare che la donna è bella". 
A Parigi un movimento femminista pretende una toponomastica con quote rosa al 50% perfetto. Cosa ne pensate? 
(Dà un pugno al tavolo) "Regazzi', stai a gioca' cor foco. Me manda er sangue in testa er femminismo, me fa' smontà la messa in piega. (Spezza una matita d'oro). Le donne le mannerò tutte in menopausa chirurgica a 25, che tanto dopo so' da butta', così senza mestruo stanno tranquille, in più co tutti l'uteri e le ovaie rimosse ce farò er sapone, Trump Soap, una materia prima gratis nun se butta mai via, I am an industrial, I know my job. Se non basterà, inaugurerò la cucitura non della vulva ma della bocca, l'infibulazione orale, da orale dal latino ōs ōris 'bocca'". 
Allora non è vero che Voi odiate il latino! 
"Certo che no, baby. Every night I fall asleep, ogni notte m'addormo leggendo le Institutiones di Cassiodoro...". 
Vi piace Cassiodoro? 
"No, me piace l'oro ovunque si trovi, anche nelle parole, scema". 
Io comunque intendevo il latino nel senso di ispanico. Jorge Ramos per intenderci, Vossignore. Colui che Vi ha detto che l'America non è Vostra, ma anche sua. 
"Sì certo, perché l'ha costruita lui mezza America, infatti ce sta la Ramos Tower accanto alla mia Trump Tower, l'ha fatta lui co' guacamole e nachos. Guarda nun me fa' parla' de quest'indossatore de sombrero che è meglio. I just wanna say che l'America è mia in ogni senso, non ultimo quello che me la posso compra' tutta. Quanno vojo. In contanti. Chiaro, sgualdrina?". 
Sì certo, Vossignore. Le armi? 
"Yeah, yeah. Giusto rivedere la normativa sulle armi. Troppo poche, produrne di più, vendibili a tutti. Produrrò la Gunp, la pistola de Trump così uccidi griffato e luxury. Er pezzente, er morto de fame che ha magnato tutta la vita pane e topi de fogna è giusto che possa ammazza' quarcuno o sé stesso impugnando lusso almeno una volta nella sua vita of shit. Di feci. Naturalmente, la Gunp non spara ai bianchi nati in Usa da altri bianchi. Mica so' scemo". 
Donald, un'ultima domanda. 
(Mi interrompe sparando con un taser. D'oro massiccio). "No, basta, non mi piacciono queste domande, questo giornale, tu.
Quanto costate?" 
(Rantolante sul pavimento riesco solo a dire:) Volete comprarci? 
"Exactly. Anzi, mentre lo pensavo il chip capitalista che ho impiantato nel cervello per gestire i miei affari solo pensando già vi ha acquistato. Ora siete Veleno Trump. Da settimana prossima tu non scrivi più qui. Terrò io la rubrica Trump l'oeil. Ve la spiego io la vita, come se pensa pe' diventa' ricchi, americani, de successo STELLARE".

di Gemma Gaetani
@gemmagaetani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenzovan

    06 Settembre 2015 - 17:05

    e io a pensare che i salvini esistevno solo in italia...lololol...questo e' anche peggio

    Report

    Rispondi

  • lorenzovan

    06 Settembre 2015 - 17:05

    guarira' pure il cancro e l'aids solo ai bianchi?

    Report

    Rispondi

  • LupettoVersilia

    LupettoVersilia

    01 Settembre 2015 - 22:10

    Bellissimo articolo !!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • shark53

    01 Settembre 2015 - 20:08

    Gent. sig.ra/ina, ma la pagano per scrivere (inventare) tali e tante idiozie?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog