Cerca

Alla carica

Siria, Vladimir Putin incassa il via libera del Parlamento per la missione di guerra: i punti cardine

Siria, Vladimir Putin incassa il via libera del Parlamento per la missione di guerra: i punti cardine

La Russia ha iniziato i bombardamenti sulla Siria, per ora il Cremlino ha fatto sapere che intende utilizzare solamente l'aviazione e non le truppe di terra già schierate sul territorio. L'operazione militare di Putin in Siria passa attraverso tre punti fondamentali.

L'obiettivo - Il primo è l'obiettivo della missione: consolidare a aiutare il regime del presidente Assad. L'esercito russo ha nel mirino principalmente le posizioni dei ribelli oppositori del governo. Naturalmente come effetto collaterale, saranno colpite anche le forze dell'Isis che minacciano il controllo delle sul territorio delle forze governative.

Legittimità - Il secondo punto è la legittimazione formale: Putin ha chiesto l’autorizzazione del Parlamento e ha ricevuto una lettera da Assad che gli chiedeva aiuto militare. 

Coordinamento - Infine la buona riuscita della missione passa dalla necessità di stabilire un buon rapporto con la coalizione guidata dagli Stati Uniti. Mosca ha informato gli americani sull’inizio degli attacchi. Probabile che che sia stato comunicato anche a Israele che sta monitorando con grande attenzione, usando aerei da guerra elettronica, i movimenti in Siria e Libano.  Quello del coordinamento tra Mosca e Washington sarà uno dei problemi chiave delle operazioni nella regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scorpione2

    30 Settembre 2015 - 18:06

    putin entra in guerra,contro chi? maoberlusca? allora fa bene,fuori i traditori.

    Report

    Rispondi

  • Pinkalikoi

    30 Settembre 2015 - 18:06

    Attenzione! Prima di applaudire Putin accertarsi di aver inteso bene. Obiettivo di Putin non sono gli integralisti dell'Isis, ma l'ESL (Esercito Siriano Libero), composto da ufficiali e soldati siriani e principale gruppo di opposizione armata al governo di Assad. Per contro Putin, come alleato di Assad, risulta anche alleato degli Hezbollah sciiti ed i Guardiani della Rivoluzione, iraniani.

    Report

    Rispondi

blog