Cerca

Non è tutto oro....

Poliziotti salvano neonato dimenticato sotto il sole, ma quando lo prendono in braccio: una brutta sorpresa

Poliziotti salvano neonato dimenticato sotto il sole, ma quando lo prendono in braccio: una brutta sorpresa

Due poliziotti intervengono per salvare un neonato dimenticato in macchina al sole, ma quando lo prendono in braccio fanno un'incredibile scoperta. A Dubley, nel Regno Unito, un passante vede un bambino appena nato dentro una macchina nel parcheggio di un ospedale. Allarmato, l'uomo avvisa la polizia.

Il salvataggio - Gli agenti si consultano con degli infermieri: il bimbo rischia la vita, la macchina al sole diventa un forno e la creatura può morire disidratata. I poliziotti sfondano il vetro esalvano il bimbo. A quel punto l'incredibile scoperta. Il neonato non è altro che un bambolotto molto ben fatto.

Le conseguenze - Il giocattolo è di una bimba di 10 anni, Janaih. La macchina è della sorella maggiore della bambina, Delesia. La ragazza era stata a far visita alla madre ricoverata in ospedale e il bambolotto era stato lasciato in macchina dalla sorella. Quando Delesia torna alla sua auto, oltre aal vetro sfondato, trova un bigliettino con su scritto di chiamare la polizia. "Avrebbero dovuto accorgersi - ha detto la ragazza - che si trattava di un bambolotto, dalle mani è evidente".  La polizia rimborserà la riparazione del vetro: 120 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    02 Ottobre 2015 - 20:08

    Hai capito la Polizia Inglese! E poi in Italia si raccontano le barzellette sui Carabinieri!

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    02 Ottobre 2015 - 13:01

    Che sarà mai la polizia rimborserà il vetro rotto. Meglio spendere 120 € che rischiare di lasciar morire un neonato.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    02 Ottobre 2015 - 13:01

    Di questi tempi con tanti genitori fuori di testa, è meglio intervenire a priori senza se e senza ma!!!!!!!!!! Brava la Polizia!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog