Cerca

Attentato a Sydney

Rifugiato di 15 anni spara e uccide un poliziotto. Poi urla "Alla Allah"

Rifugiato di 15 anni spara e uccide un poliziotto. Poi urla

Drammatico agguato a Sydney, principale città australiana. Come riporta il Daily Telegraph", un ragazzino di 15 anni ha sparato a un poliziotto che stava uscendo dal comando di polizia della città, uccidendolo. I testimoni lo avrebbero sentito urlare "Allah Allah" agitando la pistola in aria dopo l'omicidio. Il ragazzo, che è un rifugiato arrivato in Australia con la sua famiglia dall'Iran, è stato poi ucciso dagli agenti . Ora le autorità stanno cercando la sua famiglia, che potrebbe aver lasciato la zona. L'atto è stato ufficialmente classificato come "atto di terrorismo". La scorsa estate, sempre a Sydney, un altro fanatico islamico si era barricato in un caffè dove aveva ucciso due persone e ne aveva ferite altre prima di essere freddato dalle teste di cuoio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lureal1913

    04 Ottobre 2015 - 18:06

    i "rifugiati" assassini vanno trattati con la legge del taglione!

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    04 Ottobre 2015 - 14:02

    Il vero volto dell'Islam: allevati sin da bambini nella "cultura" della violenza e della sopraffazione verso tutti i non-musulmani. Il solo nome "Allah" e il grido-invocazione "Allah Akbar" dovrebbero essere motivo di terrore per chi ancora possiede un barlume di istinto di sopravvivenza.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    04 Ottobre 2015 - 12:12

    Io accoglierei tutti i rifugiati islamici...pero' in un Campo Di Sterminio ! Sono politicamente scorretto ?

    Report

    Rispondi

  • plinio72

    04 Ottobre 2015 - 10:10

    Questo sarà stato indottrinato da qualche personaggio. l' intera famiglia andrebbe espulsa per collusione o contaminazione bisogna fare tabula rasa. basta satanisti nei paesi civili e tra gente onesta ; non si sputa nel piatto dove si mangia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog